Accudire un cane comporta sempre un certo impegno: a differenza di altri animali domestici, quali gli indipendenti gatti, i quadrupedi domestici necessitano di continue cure e attenzioni, nonché di numerose passeggiate quotidiane. La dedizione al proprio amico animale, tuttavia, sembra essere ripagata da un fisico più in forma: una recente studio conferma come i proprietari di quadrupedi non solo camminino più a lungo, ma possano contare su condizioni di salute che permettono loro di vivere meglio rispetto al resto della popolazione.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica BMC Public Health ed è stata condotta dall’Università di Lincoln, nel Regno Unito. Secondo quanto è emerso dallo studio, i proprietari di cani camminerebbero 22 minuti in più al giorno rispetto al resto della popolazione, un fatto che contribuirebbe a migliori condizioni di salute.

=> Scopri perché si preferisce il cane al partner


In particolare, la ricerca ha scoperto come la passeggiata con il cane possa valere come vero e proprio esercizio fisico, poiché solitamente più veloce e intensa rispetto alla normale camminata. La velocità media è di poco meno di cinque chilometri all’ora, un ritmo che il Center for Disease Control degli Stati Uniti considera standard per un’attività fisica moderata, e la frequenza cardiaca è più alta rispetto al semplice camminare. Così come già confermato da precedenti ricerche, un simile movimento giornaliero ha effetti diretti sulla contenzione dell’ipertensione, sulla riduzione dei livelli di colesterolo, per facilitare la gestione del diabete di tipo 2 e molto altro ancora.

=> Scopri perché i proprietari di cani sono più attraenti


Non è però tutto, poiché lo studio ha voluto anche concentrarsi su un gruppo di proprietari over 60, di entrambi i sessi, quelli solitamente più colpiti di disturbi poc’anzi elencati. Per misurare il loro training, i ricercatori hanno fornito ai partecipanti dei dispositivi activPAL, in grado di misurare velocità, distanza percorsa e altri elementi di salute. È quindi emerso come i proprietari di cani superino abbondantemente i 150 minuti settimanali di attività di media intensità consigliato dal Center for Disease Control, quando il resto della popolazione fatica a giungere al 50% di questa soglia.

13 giugno 2017
Fonte:
NPR
Lascia un commento