I profumi aiutano i cani in canile, favorendo le adozioni

La diffusione di alcuni profumi per ambienti può aiutare a calmare i cani più agitati, facilitando le operazioni di gestioni dei canili e incentivando le adozioni. È quanto è stato rilevato dalla Hartpury University di Gloucester, nel Regno Unito, analizzando la reazione dei quadrupedi ad alcuni stimoli olfattivi, così come svela un recente studio pubblicato su Applied Animal Behaviour Science.

I ricercatori hanno sottoposto 15 esemplari di canile a sei esperienze olfattive diverse, avvalendosi di panni in tessuto precedentemente profumati con varie essenze, tra cui vaniglia, valeriana, zenzero e altri. Dei profumi scelti poiché innocui per gli animali, nonché dalla buona persistenza nel tempo. Preparato il panno, l’oggetto profumato è stato consegnato ai cani per 30 minuti, dopodiché i ricercatori ne hanno monitorato il comportamento per le due successive ore, registrandone le variazioni ogni 10 minuti. L’esperimento è stato quindi ripetuto in diverse giornate, ad esempio lontano da momenti di visita e, ancora, in prossimità dell’arrivo di persone intenzionate all’adozione.

=> Scopri come migliorare la vita dei cani adottati


Dallo studio è emerso come alcuni odori siano in grado di determinare una specifica risposta nel cane. Ad esempio, cocco, zenzero, vaniglia e valeriana garantiscono una sorta di effetto calmante, con la riduzione dell’iperattività del quadrupede, così come una limitazione temporale del suo abbaiare. I risultati si manterrebbero pressoché stabili nel tempo, anche per un paio di ore dopo il recupero del panno profumato con la speciale essenza.

=> Scopri lo yoga con i gatti per le adozioni


È quindi apparso evidente come questi quattro profumi possano risultare utili per rendere più agevoli le operazioni all’interno dei canili, soprattutto quando affollati e in presenza di cani spaventati o particolarmente turbati. Non è però tutto poiché, dimostrandosi più calmi agli occhi di nuovi e potenziali proprietari, questa sorta di aromaterapia a quattro zampe aiuterebbe anche le adozioni, rendendole decisamente più probabili.

11 maggio 2018
Lascia un commento