Prodotti vegan poco salutari secondo indagine francese

Hanno invaso gli scaffali dei supermercati grazie al fatto che sono costituiti al 100% da ingredienti vegetali, ma i prodotti vegan sono lontani dall’essere sani al 100%. Lo rende noto 60 millions de consommateurs, che ha analizzato le etichette di diversi alimenti vegani confrontandole con le controparti non vegane. La conclusione? Per realizzarli i produttori spesso utilizzerebbero ingredienti tutt’altro che naturali.

Secondo quanto riportato dal noto magazine francese, nella maggior parte dei prodotti vegani esaminati vengono utilizzati vari additivi e aromi che danno sapore e consistenza agli alimenti; ad esempio, per sostituire il formaggio, i produttori di cibi vegan usano una miscela di amidi e oli vegetali, una nota dolente, ma non l’unica emersa dalla ricerca.

=> Segui la ricetta vegan per lasagne di pane carasau e pesto

In particolare, l’indagine ha riscontrato squilibri dal punto di vista nutrizionale: il contenuto di diversi prodotti vegani sarebbe troppo povero di proteine ed eccessivamente ricco di zuccheri, nonostante i valori nutrizionali sulla confezione d’acquisto a volte evidenzino il contrario. Insomma, chi voglia perseguire uno stile di vita vegano dovrebbe assicurarsi di compensare consumando cibi crudi ricchi di proteine, come la soia, legumi o prodotti oleosi come la purea di mandorle.

=> Scopri 5 ricette vegan e veloci per la pasta fredda

Infine, altra nota dolente è il prezzo: i prodotti vegani possono costare fino al doppio delle controparti non vegane. I produttori giustificano questi prezzi con le minori quantità di prodotto lavorate, l’uso di materie prime più care e la messa in funzione di specifici processi di produzione. La soluzione? Preferire i cibi crudi naturali ad alto contenuto proteico.

19 gennaio 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento