Un testimonial d’eccezione per il lancio del nuovo gioco della saga Angry Birds, “Roll with the Pangolins”: a prestare volto e voce è niente di meno che il Principe William. Il Duca di Cambridge, anche Presidente di United for Wildlife con il fratello Harry, interviene contro la caccia e il bracconaggio degli animali selvatici sfruttando proprio la nuovissima versione dell’amatissimo gioco. Protagonisti un gruppo di pangolini, o formichieri squamosi, animaletti piuttosto rari che all’interno del gioco sfruttano la loro armatura per abbattere muri in calcestruzzo.

L’idea è quella di giocare e divertirsi in modo consapevole, per questo la presenza dei pangolini così da aprire una finestra sulla triste piaga del bracconaggio. Nel video illustrativo il giovane appare comodamente seduto sopra una poltroncina, indossando abiti semplici e piuttosto casual. Parla direttamente con gli spettatori utilizzando una comunicazione semplice, accorata e diretta. William elenca le problematiche legate alla caccia indiscriminata e alla fragilità dei pangolini, animali seriamente in pericolo di estinzione. Il supporto di Angry Birds appare quindi utile e importante, per sensibilizzare l’opinione pubblica anche in modo ludico e creativo. Nell’evoluzione dello stesso appaiono altri animali cacciati per la loro carne sia in Asia che in Africa.

Dobbiamo combattere le bande criminali dei bracconieri. Può sembrare banale, quando ci sono altri problemi magari più gravi nel mondo, ma è una parte importante del puzzle dell’esistenza e noi possiamo fare qualcosa […] Dobbiamo essere la generazione che ferma il commercio illegale della fauna selvatica e assicura il futuro di questi magnifici animali e dei loro habitat, perché se falliremo sarà troppo tardi.

Come sostiene il Principe, ci sono prove evidenti della presenza di bande e organizzazioni criminali che, attraverso il bracconaggio, privano antiche comunità del loro patrimonio e dei mezzi di sussistenza. Da tempo William si batte contro il commercio illegale di specie rare, in passato ha coinvolto anche il calciatore David Beckham con cui lanciato la campagna #WhoseSideAreYouOn. Mentre a febbraio ha coinvolto il padre Carlo nella realizzazione di un video contro il bracconaggio illegale, rivolto a tutti i leader mondiali. Il gioco è già disponibile dal 17 di novembre 2014.

19 novembre 2014
Lascia un commento