Primo tunnel ferroviario a pannelli solari in Belgio

Nel tratto della linea ferroviaria ad alta velocità tra Anversa e Amsterdam è stato inaugurato un tunnel fotovoltaico di tre chilometri che permetterà di generare energia pulita da utilizzare per il normale funzionamento di treni e stazioni.

In Europa, il progetto rappresenta sicuramente il primo nel suo genere. Inizialmente il tunnel era stato infatti pensato sia come protezione per i mezzi ferroviari in caso di caduta alberi sia come espediente architettonico necessario a scongiurare una massiccia deforestazione, per motivi di sicurezza, dell’antico bosco circostante.

Successivamente, mediante la firma di un protocollo di cooperazione tra Enfinity, società che si occupa nello sviluppo di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, Infrabel, gestore delle infrastrutture ferroviarie del Belgio, i comuni di Brasschaat e Schoten e Solar Power Systems, azienda che si occupa di fotovoltaico, si è pensato di ricoprire la parte superiore del tunnel con circa 16.000 pannelli (circa 50.000 metri quadri).

L’impianto, capace di generare almeno 3,3 MWh di energia elettrica all’anno, sarà utilizzato sia per alimentare la corsa delle vetture sia per assicurare il normale funzionamento di segnaletica, illuminazione e riscaldamento delle stazioni.

Secondo le stime, almeno 4.000 treni saranno in grado ogni anno di viaggiare grazie al sistema di pannelli solari, permettendo una riduzione delle emissioni di CO2 pari a circa 2.400 tonnellate annue (47.000 tonnellate in 20 anni).

9 giugno 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento