Il primo bagnetto è uno di quei momenti memorabili nella vita dei proprietari di animali domestici. Tra la reazione del quadrupede all’acqua, nonché una certa apprensione per la possibile paura, sono in molti quelli pronti a documentare questa esperienza con video e fotografie. Ma vi è un esemplare che ha di certo battuto ogni record in merito: ben 184 anni senza lavarsi. È quanto accaduto a Jonathan, una tartaruga gigante di Jamestown, sull’Isola di Sant’Elena.

Le tartarughe giganti sono note per la loro estrema longevità: possono superare il secolo, infatti, senza grandi intoppi. Jonathan è l’esemplare più anziano rinvenuto su quest’isola, immersa nell’Oceano Atlantico, e i veterinari che ne seguono le gesta hanno confermato come l’animale non sia mai stato sottoposto a una rinfrescante toilette. Almeno stando ai registri di Jamestown, dove non vi è traccia nei documenti veterinari di eventuali bagnetti, nonostante la generosissima età della tartaruga.

Il governo locale ha quindi voluto condividere, sulla piattaforma YouTube, le immagini del primo bagno dell’anziana tartaruga, grazie all’aiuto del veterinario ufficiale Joe Hollins. L’esperto ha consultato diversi specialisti e veterinari per comprendere quale fosse il metodo migliore per pulire l’esemplare, soprattutto dalla grande polvere ormai incrostata sulla sua corazza, il tutto per garantire alla tartaruga una vita sempre più serena e in perfetta salute. Vi è poi una ragione prettamente estetica, così come spiegato dallo stesso veterinario:

Vogliamo che i visitatori e i turisti dell’isola conoscano le tartarughe nella loro vera forma, senza le ostruzioni di muschi e licheni sulle loro corazze. Vi è molto interesse per Jonathan, il residente animale più famoso dell’Isola di Sant’Elena, e vogliamo che chiunque decida di incontrarlo lo apprezzi al suo meglio.

Il filmato, come facile immaginare, è diventato immediatamente virale sulle piattaforme social, collezionando moltissime condivisioni su Facebook e Twitter. In molti hanno espresso stupore per l’estrema longevità della tartaruga, complimentandosi anche con lo staff veterinario per la dedizione con cui quotidianamente la accudiscono.

29 marzo 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
UPI
I vostri commenti
POMA GIANLUIGI, mercoledì 30 marzo 2016 alle22:49 ha scritto: rispondi »

Auguro ancora una lunga vita alla tartaruga.

Lascia un commento