Prestiti personali: ING lancia finanziamento green

ING intraprende un percorso green per migliorare la sostenibilità ambientale interna e quella dei propri clienti. Un approccio diversificato e rivolto su più fronti quello messo a punto dalla banca digitale, che interesserà sia il lato “corporate” (grandi imprese e istituzioni) che quello “retail” (i risparmiatori privati).

L’impegno ING verso una maggiore sostenibilità ambientale passa anche dal sostegno offerto dall’istituto creditizio alle fonti rinnovabili, con oltre 1 miliardo di euro di finanziamenti garantiti alle imprese green. A questo vanno a sommarsi la partecipazione al rifinanziamento da oltre 1 miliardo del portafoglio FV di EF Solare Italia e il fatto che 1 cliente corporate su 2 ha adottato politiche per salvaguardare l’ambiente o offre servizi e prodotti sostenibili. ING ha visto tale impegno riconosciuto dal Dow Jones Sustainability Index, che ha assegnato alla banca digitale un punteggio di 82 (superiore alla media del settore bancario, pari a 54).

=> Leggi i consigli ENEA per la sostenibilità ambientale

Per quanto riguarda la sostenibilità delle imprese ING ha stanziato 100 milioni di euro per i progetti di potenziamento (scale-up) sostenibili delle imprese, riconoscendo tassi più convenienti a quelle aziende che utilizzeranno i finanziamenti per iniziative volte a migliorare la propria impronta ambientale. Entro il 2025 la banca digitale punta inoltre a ridurre quasi a zero la quota destinata al finanziamento di produttori di energia da fonti fossili.

A beneficiare delle nuove politiche green di ING saranno anche i risparmiatori privati che richiederanno un prestito personale (Prestito Arancio) destinato a finanziare un progetto sostenibile, come ad esempio il miglioramento dell’efficienza energetica del proprio immobile. A questi l’istituto restituirà 1/3 (un terzo) degli interessi dovuti, corrispondendo una quota ogni 12 mesi fino alla scadenza del finanziamento.

=> Scopri la prima mappa dedicata alla sostenibilità delle imprese italiane

La divisione italiana di ING ha lanciato anche un’iniziativa che intende migliorare la propria sostenibilità ambientale interna e fornire soluzioni green per le imprese. Il primo tema è espresso attraverso il progetto #greenismore, che prevede la riduzione drastica dell’utilizzo di plastica nelle proprie sedi, il taglio al consumo di carta e l’utilizzo per la quota restante di carta sostenibile certificata FSC, la donazione al Banco Alimentare dei pasti della mensa risultati in eccesso, parcheggi dedicati alla ricarica delle auto elettriche e la sensibilizzazione dei dipendenti verso pratiche più sostenibili come il prendere le scale al posto dell’ascensore.

ING ha deciso infine di dedicare alla sostenibilità ambientale anche il tema 2018 dell’ING Challenge, il premio dedicato alle start-up innovative più promettenti: temi di quest’anno saranno la mobilità sostenibile, l’educazione green, l’economia circolare, l’energia e il cambiamento climatico.

9 novembre 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento