Rischio pressione alta per gli adolescenti per le troppe ore al computer. A sostenerlo i ricercatori dell’Henry Ford Hospital di Detroit, il cui studio è stato pubblicato sul Journal of School Nursing, secondo i quali una volta superato il tetto delle 25 ore settimanali davanti allo schermo scatterebbe l’aumento del rischio.

Durante lo studio i medici ricercatori hanno preso in esame i comportamenti e le condizioni di salute di 335 giovani di età compresa tra i 14 e i 17 anni. Al controllo della pressione sanguigna è seguita la compilazione di un questionario dove è stato indicato da parte di ciascun adolescente il proprio utilizzo del servizio Internet, sia per quanto riguarda l’aspetto social o messaggistico (come email o chat) che quello ludico (videogiochi) o commerciale (e-commerce).

A trascorrere un periodo di tempo eccessivo, un minimo di 25 ore settimanali, davanti al computer sono risultati il 43% dei ragazzi e il 39% delle ragazze. Di particolare rilievo la percentuale di coloro che tra gli utenti più accaniti è risultato soffrire di ipertensione, pari al 19%.

L’utilizzo di strumenti quali computer, smartphone e tablet assume particolare importanza in corrispondenza di questo momento storico secondo l’autrice principale dello studio e ricercatrice presso il Dipartimento di Scienza della Salute Pubblica dell’Henry Ford, la Dr. Andrea Cassidy-Bushrow, Ph.D., MPH. L’esperta ha però sottolineato come tale impiego non dovrebbe assorbire in maniera eccessiva il proprio tempo, ma limitarsi a un impiego moderato:

Utilizzare Internet è parte della nostra vita quotidiana, ma non dovrebbe consumarci. Nel nostro studio gli adolescenti considerati utenti forti di Internet trascorrevano su Internet una media di 25 ore a settimana.

È importante che i giovani facciano delle pause regolari dai loro computer o smartphone e si impegnino in qualche tipo di attività fisica. Suggerisco ai genitori di limitare il tempo che i loro figli trascorrono su Internet quando sono a casa. Penso che due ore al giorno per cinque giorni a settimana sia un buon codice di condotta.

8 ottobre 2015
Lascia un commento