Si chiama “Network Nazionale della Biodiversità” e ha l’obiettivo di essere un sistema per la raccolta e la condivisione dei dati riguardanti la biodiversità in Italia.

Il network rientra nel progetto “Sistema ambiente 2010” promosso dal ministero dell’Ambiente in collaborazione con Igeam, società di consulenza per lo sviluppo sostenibile, e presentato a Roma presso la sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

I numeri del network sono di 30 banche dati messe a disposizione da diversi soggetti, tra pubblici e privati, mentre altre 40 sono giù in corso di acquisizione e verranno quindi inserite prossimamente. L’obiettivo è quello di mettere in ordine nella catalogazione delle diverse specie naturali che popolano l’Italia, un immenso database che si impreziosisce quotidianamente di nuove scoperte.

Gli strumenti che saranno messi a disposizione grazie al progetto vanno dall’attivazione del portale Naturalitalia, che sarà inaugurato online il prossimo 22 maggio e che fornirà tutte le informazioni utili per conoscere e apprezzare il patrimonio di flora e fauna italiano, fino alla distribuzione di supporti di e-booking, e-learning o altri materiali multimediali a tema.

Tra i documenti già informatizzati e quelli ancora da informatizzare non mancheranno i dati relativi allo stato di conservazione dei paesaggi e dei vari Parchi Nazionali Italiani, i dati degli studi sugli habitat naturali delle specie che popolano il nostro Paese e gli studi sulla distribuzione delle specie a rischio OGM.

Interessante è inoltre la presenza, tra i lavori di prossima catalogazione, di documenti internazionali come il Catalogue of Life, il Global Biodiversity Information Facility, il Ocean Biogeographic Information System e tanti altri, per un progetto che si annuncia ambizioso quanto importantissimo nella divulgazione di preziosissime informazioni utili ad apprezzare la biodiversità di cui l’Italia è particolarmente ricca.

1 aprile 2010
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento