Un nuovo traguardo raggiunto dal fotovoltaico. L’energia verde in Italia raggiunge la cifra record di 7 GW di potenza installata, con l’Emilia Romagna che segna addirittura un +230% nei primi sei mesi dell’anno (i dati si riferiscono al 31 giugno 2011, n.d.r.). Nel rapporto, pubblicato da Ubisol, il podio vede in testa la Puglia con 1.154,4 MW installati, seguita dalla Lombardia con 805,2 MW e dall’Emilia Romagna con 738,3 MW.

Risultati che fanno riflettere, specialmente se considerato che il fotovoltaico italiano arriva in questo modo a produrre fino al doppio di quanto prodotto da tutti e quattro i reattori della centrale nucleare di Fukushima. Nessun rischio per la salute o timore di danno ambientale negli anni, solo energia. A fornirla un totale di 229.906 impianti sparsi su gran parte del territorio nazionale e diffusi soprattutto in Lombardia (33.910) e Veneto (31.373).

In una nota diffusa dal gruppo Ubisol si sottolinea come le province di Parma e Modena siano tra le migliori per quanto riguarda le tematiche energetiche. Nel parmense il progetto “Fotovoltaico Insieme promuove la realizzazione di impianti fotovoltaici pubblici, mentre a Saliceto Panaro, nel modenese, “Sole per tutti” è un esempio di cooperative formata da genitori, insegnanti e comuni cittadini:

Il progetto di Saliceto prevede per i soci una rendita economica garantita per 20 anni che deriva dall’impianto solare in costruzione sul tetto della scuola. Se altri comuni e province seguissero esempi del genere, a beneficiarne sarebbe l’intero sistema: costi dell’energia abbattuti ed emissioni di CO2 ridotte. Un bel vantaggio per le casse pubbliche e private ed enormi benefici per l’ambiente.

29 luglio 2011
I vostri commenti
Nora, domenica 31 luglio 2011 alle7:25 ha scritto: rispondi »

Tutto questo alla faccia di chi dici che il fotovoltaico non serve a niente e che il nucleare è meglio!!! 

Lascia un commento