Combattere i cambiamenti climatici per uscire dalla crisi e far ripartire l’occupazione. Secondo un sondaggio pubblicato dall’Eurobarometro l’80% degli europei sarebbero i possibili interventi sul clima la chiave di volta per risollevare l’economia del Vecchio Continente e creare nuovi posti di lavoro.

La lotta contro i mutamenti nel clima può rappresentare una grande opportunità secondo i cittadini europei, che vedono inoltre un possibile guadagno per l’Europa da un netto calo delle importazioni di combustibili fossili dai Paesi al di fuori dell’UE. Alta anche la percentuale di coloro che vedono nei cambiamenti climatici un problema di grave entità (90%), con ben il 69% di loro che lo giudica “molto grave” e il 21% grave.

Favorevoli a vario titolo alla riduzione delle importazioni di combustibili fossili il 70% degli europei, con la Spagna a rappresentare la fetta più consistente di coloro che sono fortemente a favore dell’iniziativa (45% dei cittadini spagnoli). A preoccuparsi maggiormente della lotta ai cambiamenti climatici gli svedesi, tra i quali la percentuale di coloro che lo ritengono il problema più grave è del 39%.

Anche l’efficienza energetica tra i temi più sentiti dagli europei, che vedono nell’intervento dei governi nazionali uno strumento importante nel 92% (molto importante nel 51% dei casi). Positivo il commento al sondaggio del presidente della Commissione europea José Manuel Barroso:

Non si tratta di scegliere tra un’economia florida e la protezione del clima. Un’azione ragionata a favore del clima corrisponde in realtà a una buona scelta economica. Sono molto rassicurato dal fatto che anche i cittadini europei ne siano consapevoli.

I risultati del sondaggio lanciano un forte segnale ai leader europei, spronandoli ad adottare una politica climatica coraggiosa per una ripresa economica sostenibile. Il sondaggio costituisce un incoraggiamento anche per noi della Commissione, affinché continuiamo a lottare a favore di un’azione ambiziosa per il clima in Europa.

Interventi degli Stati membri fondamentali per la popolazione, a sottolinearlo Connie Hedegaard, Commissaria europea per l’Azione per il clima:

Il sondaggio conferma che un’ampia maggioranza di europei si aspetta che i responsabili politici affrontino subito la sfida posta dal clima. I cittadini sono consapevoli del fatto che il problema del cambiamento climatico non è sparito mentre i governi erano impegnati a gestire la crisi economica. Non si tratta di scegliere tra crescita e competitività, da un lato, e clima, dall’altro. Occorre agire su entrambi i fronti.

Mi auguro che i leader europei ascoltino e agiscano di conseguenza nella prossima riunione del Consiglio europeo, quando discuteranno le nostre proposte per il 2030 in materia di clima ed energia.

3 marzo 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento