È sempre più da auto ibrida il futuro della Porsche. Al Motor Show di Shanghai la Casa automobilistica ha presentato ufficialmente la Panamera 2014 alimentata con un motore a benzina affiancato da uno elettrico, che interviene a bassi regimi per muovere il veicolo completamente a “emissioni zero”.

La tecnologia della vettura tedesca prende spunto da quanto presente sulla Cayenne, il SUV sul quale è stato introdotto un motore a batteria agli ioni di litio che puntava a ridurre consumi e emissioni di CO2 di un’auto dagli alti costi di gestione, e sulla stessa Panamera S hybrid del 2011.

>>Scopri la Volkswagen Golf ibrida 2014

La differenza sostanziale con quella prima versione è che quella odierna monta un motore elettrico più potente (le specifiche tecniche non sono ancora state rese note) che si può ricaricare in appena 2 ore e mezza tramite un normale cavo di alimentazione. Tale operazione può essere tenuta sotto controllo “da remoto” con uno smartphone con una app direttamente fornita da Porsche.

>> Scopri la guida sulle auto ibride

A differenza delle “sorelle” di prima generazione, la Panamera presentata oggi potrà viaggiare in modalità solo elettrica per una trentina di chilometri, in grado di raggiungere una velocità massima di più di 130 chilometri l’ora rendendo per la prima volta veramente ecologiche anche le auto sportive di livello superiore. Anche se magari perderanno un po’ di appeal da parte degli appassionati delle alte prestazioni, ne acquisteranno in ecosostenibilità e in silenziosità a tutto vantaggio dell’ambiente (soprattutto quello urbano inquinato e rumoroso) e del portafoglio.

L’intervento del motore a benzina da 3 litri V6 e 416 cavalli farà prontamente balzare in alto le prestazioni, anche se così le emissioni inizieranno a salire. In ogni caso, si tratta di un passo in avanti per la Casa tedesca che introduce una tecnologia “plug-in” che fino a ora era appannaggio soprattutto delle vetture di classe inferiore. La commercializzazione è prevista dalla fine del 2013 a un prezzo base orientativo di 78.100 dollari.

Fonte: AutoBlog

4 aprile 2013
Lascia un commento