Ha sfidato con coraggio le fiamme, per portare in salvo un cane rimasto intrappolato in un incendio. È questa la storia del vigile del fuoco Tim Tawater: nonostante non fosse in servizio, l’uomo ha deciso di sfidare il fuoco per portare in salvo un amico a quattro zampe. Un buon samaritano, così come lo hanno definito i media statunitensi, la cui dedizione è diventata immediatamente virale anche grazie a un video condiviso sui social network.

Il tutto è accaduto a Hendersonville, nello stato USA del Tennessee, quando le fiamme hanno improvvisamente invaso un’abitazione. Tim Tawater si trovava sull’Interstate 65, diretto con un po’ di ritardo alla festa di compleanno della figlia, quando ha notato il fumo provenire dalla struttura. Senza farsi spaventare dal tragico evento, ha quindi deciso di fermarsi e di prestare aiuto: entrato in casa, ha coperto e portato all’esterno un cane di grossa taglia.

L’impresa, ripresa in video da alcuni presenti, ha dell’incredibile. L’uomo, senza alcun indugio, entra all’interno dell’abitazione. E quando sembra che il peggio sia avvenuto, con il crollo del tetto dilaniato dal fuoco, il coraggioso pompiere riemerge all’esterno con il cane avvolto in una coperta. Il filmato, pubblicato su YouTube, è quindi diventato immediatamente virale, ottenendo le attenzioni di tutti i media generalisti a stelle e strisce.

Tawater, di 49 anni e da 20 vigile del fuoco per il Nashville Fire Department, ha così commentato la sua impresa coraggiosa, forse stupito dalla rilevanza mediatica del caso:

La maggior parte dei pompieri sono attratti dal fumo, è come un osso per il cane: non possiamo evitarlo. […] Il mio primo pensiero è stato di salvare chiunque fosse ancora all’interno, quindi sono entrato e ho effettuato una ricerca preliminare. Non c’erano fortunatamente persone. Sono tornato indietro e ho notato un cane vicino alla porta. Se qualcuno tiene un cane così grande in casa, significa che è un membro della famiglia. Non potevo far nulla per la casa, ma avrei potuto salvare quel cane. Ho pensato ne valesse la pena.

I soccorsi sono giunti 15 minuti più tardi, quando il buon samaritano – così come è stato ribattezzato – se ne era già andato. Secondo quanto ricostruito dai vigili del fuoco, l’incendio è partito dal soffitto della cucina, per poi espandersi in tutta casa dalla sezione centrale dell’abitazione. La struttura è andata completamente distrutta, ma i volontari sono riusciti almeno a recuperare l’auto di famiglia. Allo stesso modo, gli abitanti sono riusciti a salvare alcuni effetti personali.

15 ottobre 2015
Fonte:
Lascia un commento