Uno studio statunitense si promette di riportare alla luce il gusto originale dei pomodori. Selezionati nel corso dei secoli per favorire la resa quantitativa delle piante, questi prodotti naturali hanno progressivamente mutato la propria grandezza e soprattutto quello che era il loro sapore in origine.

=> Scopri proprietà e nutrienti dei pomodori

A rendere possibile questo progetto di “ritorno alle origini” per i pomodori è stato un processo di analisi del DNA, messo in atto dai ricercatori della University of Florida di Gainesville, negli USA. In particolare sarebbero 30 i composti che renderebbero un pomodoro davvero tale, mentre 13 risultano al momento le molecole via via sottratte da questo alimento per renderlo più adatto alla produzione su larga scala.

=> Leggi come coltivare i pomodori

Avvalendosi del supporto dei genetisti del China’s Agricultural Genomics Institute di Shenzhen, i ricercatori statunitensi hanno sequenziato il genoma di 398 specie di pomodori, scelte tra commerciali, selvatiche e tradizionali. In seguito 96 di queste varietà sono state sottoposte a una prova di assaggio, per raccogliere informazioni su quali fossero le caratteristiche ritenute primarie dai consumatori.

I ricercatori hanno affermato di poter intervenire sulle molecole del pomodoro per rendere di nuovo saporiti gli ortaggi distribuiti nei supermercati, senza ricorrere in alcun modo agli OGM. Serviranno però, come hanno affermato gli stessi esperti USA, almeno altri 3-4 anni per riuscire nell’intento.

Restano tuttavia alcune problematiche da risolvere per quanto riguarda il bilanciamento tra gusto originale e progressi dal punto di vista salutistico e produttivo. Come ha sottolineato uno degli autori dello studio, l’agronomo Harry Klee:

Qui siamo di fronte alla reale croce del problema: devo cercare di ricostruire il sapore, ma non posso compromettere tutto ciò che i coltivatori hanno ottenuto rendendo i moderni pomodori più salutari, produttivi, più resistenti alle malattie e più adatti alle spedizioni.

30 gennaio 2017
Fonte:
Lascia un commento