Saporito e gustoso, il cavolfiore è un fiore vegetale del tutto commestibile. Tipico della stagione autunnale e invernale va consumato fresco, per non perdere le sue proprietà e qualità. Ma può essere anche conservato nel congelatore, oppure sott’olio e sott’aceto. Grazie all’alta presenza di sali minerali e vitamine andrebbe assunto crudo, per godere appieno dei suoi incredibili benefici. Con la cottura tende a perderne una buona percentuale, proprio nell’acqua di cottura. In ogni caso il consumo crudista dello stesso va affrontato con parsimonia, perché la sua ingestione incide sul metabolismo dello iodio nel corpo umano.

Il cavolfiore è un ortaggio sano, nutriente e molto utile per il benessere. La sua preparazione è facile e può trasformarsi in un ingrediente prezioso, ma anche molto versatile. Grazie al buon quantitativo di fibre favorisce un buon lavoro intestinale, garantendo un valido equilibrio glicemico e contrastando il colesterolo. Tra le ricette vegetariane più facili da preparare, è possibile imbattersi nelle polpette, per un secondo sano, saporito e genuino. La cottura al forno rispetta il basso impatto calorico di questa verdura salutare. Inoltre la preparazione è facile, veloce ed economica.

Ingredienti e preparazione

Cavolfiore

Group of cauliflower via Shutterstock

Gli ingredienti per la preparazione sono:

  • 300 grammi cavolfiore bianco;
  • 150 grammi patate;
  • 150 grammi provola;
  • 2 uova;
  • 50 grammi parmigiano grattugiato;
  • pane grattugiato;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • prezzemolo;
  • curry;
  • sale e pepe q.b.;
  • mollica di pane;
  • olio d’oliva.

Lavate ed eliminate le parti verdi del cavolfiore, tagliate a pezzi e lessatelo in acqua salata lasciandolo leggermente croccante. In alternativa utilizzate la cottura a vapore. Cuocete allo stesso modo le patate senza buccia, così da renderle molto morbide. Unite il tutto in una ciotola capiente e schiacciate con una forchetta, oppure frullate grossolanamente aggiungendo due spicchi d’aglio, un po’ di sale, pepe e un pizzico di curry in polvere. Quando si sarà raffreddato unite il prezzemolo tritato, il formaggio grattugiato, un po’ di mollica di pane e la provola tagliata a pezzettini piccoli. Amalgamate il tutto per la ricetta vegetariana, con l’aggiunta di un uovo oppure di poca acqua.

Per la panatura sbattete l’altro uovo in una ciotola piccola e versate il pane grattugiato in una seconda ciotola. Create con le mani delle palline che passerete prima nell’uovo e poi nel pane grattugiato. Dovranno risultare compatte, non troppo asciutte o umide. Per impreziosire il sapore potete mescolare del sesamo o del timo al pane grattugiato. Riponetele in una teglia capiente e irrorate con poco olio d’oliva. Infornate a 200 gradi per circa 20 minuti, quindi servite dorate, calde e filanti.

Un consiglio vegano: se non volete utilizzare le uova potete sostituirle con la farina di ceci mescolata con acqua, oppure latte di soia o infine la fecola di patate. Quindi sostituire il formaggio con il tofu magari grigliato, oppure il formaggio vegan, per un prodotto cruelty free. Come sempre l’ingrediente più importante è la fantasia, aggiungendo sapori più decisi e ingredienti che possano aiutare le polpette a diventare più corpose, come ad esempio il porro, la quinoa oppure i ceci lessati. La cottura in forno ne conserverà la morbidezza e la croccantezza.

28 ottobre 2015
Lascia un commento