Polmonite a Brescia, contagi in aumento e allerta nelle scuole

A Calvisano, Comune in Provincia di Brescia, vi è grande preoccupazione per la legionella e per la polmonite che sta contagiando tante persone. Sono finora 138 i residenti finiti in ospedale e in vista dell’apertura delle scuole vi è una preoccupazione crescente per i più giovani e una maggiore attenzione sulle massime misure attuabili in tema di prevenzione.

Per il vademecum diffuso dall’amministrazione comunale sulle norme di comportamento da tenere per prevenire legionella e polmonite, la pagina Facebook del Comune di Calvisano è stata visitata da 40 mila utenti, molto più delle 8 mila persone che abitano in quel paese. L’epidemia ha rotto i confini provinciali passando dalla pianura bresciana orientale all’alto mantovano spingendosi fino a Casalmaggiore (Cremona).

=> Leggi dei controlli a tappeto nei condomini per la legionella

Per quanto riguarda i contagi da polmonite erano 71 fino a venerdì scorso, 121 sabato e 138 secondo l’ultimo bollettino diffuso dall’assessore regionale lombardo Giulio Gallera, mentre rimangono stazionarie le condizioni delle due persone positive al batterio della legionella finite in rianimazione.

=> Scopri i sintomi della legionella

Nel frattempo, stanno iniziando le scuole e per farsi trovare pronti all’appuntamento i tecnici delle Ats hanno effettuato 52 campionamenti sia sulla rete idrica che nella case di 28 malati finiti in ospedale. I risultati sono ancora pervenuti, ma cresce la preoccupazione tra i genitori dei giovani. Preoccupazione che il sindaco di Calvisano vuole placare: “Abbiamo già iniziato il processo di sanificazione degli impianti delle scuole, i genitori non devono temere nulla”, ha dichiarato Giampaolo Turing.

10 settembre 2018
Lascia un commento