Quando si parla di “semina delle nuvole” viene logico pensare alla geoingegneria o più precisamente all’ingegneria climatica. Esistono però anche meccanismi naturali che producono e favoriscono la condensazione delle nuvole, uno di questi sembrerebbe causato dai pollini.

Lo dice uno studio pubblicato qualche giorno fa sulla rivista Geophysical Research Letters e realizzato da un team di ricercatori dell’Università del Michigan e del Texas. Fino a qualche tempo fa si pensava che le particelle di polline fossero troppo grandi per produrre questo effetto, ma come spiega Allison Steiner, docente presso l’Università del Michigan:

Quando il polline si bagna può rompersi facilmente in pochi secondi o minuti e creare molte particelle più piccole che possono fungere da nuclei di condensazione per le nuvole.

Si è arrivati a questa conclusione grazie a dei test nei quali il polline bagnato di diverse piante è stato inserito in un atomizzatore. Quindi, in una “camera a nebbia” utilizzata per lo studio relativo alla formazione delle nuvole, le particelle sono state spruzzate e si è visto che da dimensioni che vanno dai 5 ai 150 micron si erano ridotte a dimensioni nanometriche, in grado quindi di interagire con la formazione delle nubi.

Quello che avviene in natura è il rilascio del polline dalle piante in primavera che, grazie al suo movimento ascendente, capterebbe l’umidità in grado di scinderlo in particelle più piccole. Queste particelle sarebbero in grado di “inseminare” le nuvole e ciò avrebbe effetti dal punto di vista climatico e di crescita della vita vegetale stessa. Una sorta di meccanismo in cui le piante si autoregolano per avere la quantità di pioggia di cui hanno bisogno nel momento di maggiore sviluppo.

La prossima fase di questo studio sarà capire le implicazioni che tutto ciò può avere a livello climatico, soprattutto in questo momento storico in cui i livelli di CO2 in continuo aumento, stanno determinando stravolgimenti a livello globale. Come conclude la dottoressa Steiner:

È molto importante capire quale impatto abbiano sulle nubi gli aerosol, e il polline come aerosol naturale.

7 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento