Un agente di polizia si è prodigato perché una cagnolina, in avanzato stato di gravidanza, non finisse schiacciata dalle auto nel traffico. il fatto è avvenuto a Oklahoma City, nell’omonimo stato americano. Il tenente Bryan Taylor, imbattutosi nell’animale in stato confusionale, è subito intervenuto perché non accadesse il peggio. Il cane, una femmina simil Pit Bull, si aggirava spaesata attraversando le strade trafficate del centro abitato. Senza perdere tempo l’agente ha delimitato il percorso, così da spingere la femmina in una zona più sicura e meno caotica.

Quindi con parole dolci e gesti delicati ha interagito con il cane per lungo tempo, così da calmarla e rassicurarla. Piccoli bocconi di cibo elargiti con parsimonia hanno permesso al tenente Taylor di stabilire un contatto positivo, così da spingere la piccola verso uno spazio meno rumoroso. Con l’obiettivo di dirottare il suo percorso verso i quartieri meno battuti dalle auto. Sul posto erano presenti molti abitanti di zona, che hanno potuto assistere emozionati all’azione di soccorso.

Il tenente ha affiancato il cane per più di 45 minuti, proteggendolo e rasserenandolo. Sul posto è quindi giunto il proprietario che stava cercando ansiosamente l’animale. La cagnolina infatti era fuggita da casa mettendo in allarme tutto il suo nucleo familiare, che si era riversato in strada alla sua concitata ricerca. Un lieto fine quindi per una piccola avventura che, senza l’azione di Taylor, avrebbe potuto volgere al peggio. In USA il randagismo è una piaga contenuta, gli animali trovati per strada vengo recuperati e consegnati ai rifugi locali. In alcuni stati i cani possono soggiornare presso il canile solo per un periodo molto breve, se non vengono individuati i proprietari o richiesti in adozione, per loro si apre la strada verso la soppressione. La presenza di un chip o della sterilizzazione risultano quindi di vitale importanza.

3 marzo 2016
Fonte:
Lascia un commento