Il Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma diventa il primo “Ospedale Verde” del Lazio. A sancirlo un accordo sottoscritto tra i vertici dell’istituto di cura e del Ministero dell’Ambiente. Via alla fase operativa del progetto, con interventi mirati al miglioramento della sostenibilità, all’efficientamento e al risparmio energetico.

>>Leggi le innovazioni green introdotte dall’Aeroporto di Fiumicino

Alla presenza del Prorettore dell’Università Cattolica Stefano Baraldi e del ministro dell’Ambiente Corrado Clini sono stati esposti i piani che porteranno il Policlinco Gemelli ad essere un polo “green” della sanità pubblica nella Regione Lazio. Cinque i grandi interventi previsti dall’accordo, da realizzare entro i prossimi 5 anni:

  • Riduzione del fabbisogno energetico della struttura;
  • Orientamento verso la fornitura di elettricità da fonti rinnovabili;
  • Installazione impianti fotovoltaici per la produzione di energia solare;
  • Avvio di studi per il monitoraggio del rapporto ambiente/salute;
  • Promozione di studi e interventi riguardanti le tecnologie innovative nel campo dell’edilizia sostenibile.

>>Leggi le novità per la moda sostenibile di Benetton e Ministero dell’Ambiente

Un ospedale che conferma la sua vocazione all’avanguardia secondo lo stesso Baraldi, che sottolinea poi come la struttura passerà da una classe energetica di livello F a una di livello B. Un progetto innovativo che punta a ridurre i costi aumentando l’efficienza della struttura, a fine di:

Qualificare ulteriormente il Policlinico come un centro di eccellenza che si lancia in sfide ambiziose a tutela della salute della popolazione.

11 aprile 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento