Plastica: rifiuti diventeranno carburante per le auto a idrogeno

In un futuro forse non troppo lontano i rifiuti di plastica potrebbero diventare carburante per le auto a idrogeno. Questo grazie alla tecnica del reforming solare delle materie plastiche, che offre un mezzo semplice e a basso consumo energetico per trasformare la spazzatura plastica in utili molecole.

Non si tratta di fantascienza, ma di una tecnologia che esiste già grazie al lavoro svolto dai chimici dell’Università di Swansea nel Regno Unito, i quali hanno creato un processo semplice e a bassa energia capace di convertire tre comuni polimeri in gas idrogeno puro: acido polilattico, PET e poliuretano sono stati convertiti impiegando sole, una soluzione acquosa alcalina ed economici punti quantici (nanostrutture di un semiconduttore) in solfuro di Cadmio.

=> Leggi come si vuole ottenere asfalto dai rifiuti di plastica

Un processo che quindi produce gas idrogeno, che converte gli scarti in prodotti organici e soprattutto che non richiede che i rifiuti di plastica vengano puliti prima di essere trattati. Come spiegato dal dott. Moritz Kuehnel:

Abbiamo moltissima plastica usata ogni anno, miliardi di tonnellate, e solo una minima parte viene riciclata. Devi lavarla e ciò richiede una spesa, e anche se fai tutto questo, la plastica che ottieni non è come il materiale vergine. La bellezza di questo processo è che non è molto esigente, può degradare ogni tipo di spreco. Anche se c’è dell’unto, ad esempio, la reazione non si ferma, anzi migliora.

=> Scopri come l’India investe per creare strade dai rifiuti di plastica

Di conseguenza, questa tecnica potrebbe consentire di ottenere combustibile a idrogeno per alimentare le auto future e una sostanza chimica che sarebbe peraltro possibile usare per produrre nuova plastica.

5 settembre 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento