Plastica monouso, Greenpeace: possibile non utilizzarla nei locali

Realizzare locali “plastic free” in Italia è già possibile secondo Greenpeace. Niente più plastica usa e getta, come è già oggetto di discussione in sede UE, ma soluzioni più sostenibili. Anzi, secondo un’indagine svolta dalla stessa associazione in 162 bar, pub e caffetterie presenti a Bari, Bologna, Firenze, Udine, Napoli, Milano, Palermo, Torino, Pisa e Padova, molti dei punti sparsi lungo il territorio italiano non utilizzerebbero più prodotti plastici monouso.

Come ha dichiarato Greenpeace molti dei locali hanno rinunciato al monouso. Stando ai dati pubblicati il 95% dei locali non utilizza piatti in plastica usa e getta, il 77% impiega agitatori per cocktail in metallo e il 58% ha rinunciato anche alla posate in plastica. Il 13% dei locali ha scelto cannucce in metallo lavabili e riutilizzabili. Come ha sottolineato Giuseppe Ungherese, responsabile campagna Inquinamento di Greenpeace Italia:

Superare l’utilizzo della plastica monouso, e più in generale non ricorrere a prodotti usa e getta, è già una realtà in numerose città italiane. L’Unione Europea e il Ministro Costa non hanno alibi: è possibile già da oggi adottare soluzioni ambiziose che vadano al di là della semplice sostituzione della plastica usa e getta con altri materiali, come carta e bioplastica.

=> Leggi le accuse di Greenpeace ai grandi marchi per la plastica usa e getta

Se per questi prodotti sembrano già esistere diverse soluzioni alternative alla plastica, come ad esempio i bicchieri per la birra in plastica non monouso, per quanto riguarda l’acqua le cose sono ancora piuttosto complicate: appena il 15%, spiega Greenpeace, la quota di coloro che adottano “imballaggi e sistemi alternativi di distribuzione”. Come ha concluso Ungherese:

Se vogliamo salvare i mari dalla plastica è necessario che e i grandi marchi degli alimenti e delle bevande, che immettono sul mercato grandi volumi di plastica monouso, facciano la loro parte e si assumano le loro responsabilità. Queste aziende sanno benissimo che è impossibile riciclare tutta questa plastica. Per questo, insieme ad oltre un milione di persone che hanno aderito al nostro appello, chiediamo loro di ridurre drasticamente l’utilizzo di contenitori e imballaggi in plastica monouso.

3 agosto 2018
Lascia un commento