Plastica: Juventus, la terza maglia con materiali recuperati dal mare

La plastica abbandonata negli oceani costituisce un vero problema di inquinamento ambientale da non sottovalutare. Per questo la Juventus ha deciso di affrontare questo argomento con un’iniziativa molto interessante: la terza maglia per la stagione 2018/2019 sarà realizzata con plastica recuperata dal mare.

Le plastiche inquinanti raccolte negli oceani verranno utilizzate per ottenere un tessuto che si chiama Parley Ocean Plastic, con il quale verrà realizzata la maglia juventina.

=> Leggi di più su Adidas e lo stop alla plastica entro il 2024

Sono stati proprio i vertici della nota squadra a comunicare l’iniziativa, pubblicando sul sito Internet ufficiale ciò che si intende fare per dare una mano concreta alla lotta all’inquinamento del mare.

=> Leggi di più su Starbucks e l’addio alla plastica usa e getta

Nella prossima divisa della Juventus saranno dominanti le varie sfumature di grigio. Il logo della squadra sarà di colore giallo. Il materiale è tutto poliestere 100% riciclato, che contiene il tessuto ottenuto attraverso il recupero della plastica marina. I rappresentanti della società a questo proposito hanno dichiarato che la loro iniziativa unisce:

Tecnologia e performance a un design eco-innovativo e interpreta l’impegno per l’ambiente in perfetto stile Juventus: essere sempre i primi a raccogliere nuove sfide e raggiungere nuovi traguardi.

L’obiettivo è quello di contribuire alla diminuzione dell’inquinamento degli oceani, facendo passare per lo sport un messaggio di ecosostenibilità importante contro i rifiuti di plastica.

20 luglio 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento