Plastica: Isole Tremiti la vietano, multe fino a 500 euro

È scattato nelle scorse ore il provvedimento che vieta la plastica dalle Isole Tremiti. Voluto e disposto dal sindaco Antonio Fentini, il divieto riguarda nello specifico l’utilizzo di stoviglie e contenitori in plastica non biodegradabile a favore di contenitori biodegradabili e chiunque trasgredirà riceverà una multa dai 50 ai 500 euro.

La decisione del sindaco Fentini è stata presa dopo lo studio pubblicato dall’Istituto di Scienze Marine del CNR di Genova, dall’Università Politecnica delle Marche e da Greenpeace Italia, che ha scoperto un altissima concentrazione di microplastiche all’interno del Mar Mediterraneo a livelli non molto lontani a quelli dell’inquietante isola di plastica del Pacifico.

=> Scopri quanto sia grande l’isola di plastica del Pacifico


In particolare, le Isole Tremiti – insieme a Portici – sono state indicate come l’area marina più inquinata in tal senso. Il sindaco delle Isole Tremiti ha commentato l’iniziativa per motivare l’adozione di tale divieto a stoviglie e contenitori di plastica. Secondo il primo cittadino si tratta di un passo in avanti per fronteggiare una situazione così grave come quella indicata dallo studio, ma che comunque sarà insufficiente:

Stiamo vedendo il nostro mare ucciso giorno dopo giorno dall’uomo e dovevamo fare qualcosa subito. Il prossimo passo sarà di vietare le bottiglie di plastica e i contenitori di polistirolo, quelli che usano i pescatori per trasportare il pesce e che si ritrovano spesso in mare.

2 maggio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento