Plastica biodegradabile: arriva quella prodotta dalla fecola di patate

Varie sono le soluzioni che sono state escogitate in questi ultimi tempi per mettere a punto la plastica biodegradabile. Il problema dell’inquinamento determinato dalla plastica sta assumendo dimensioni molto ampie, se pensiamo a quanto tempo occorra prima che la plastica dei nostri rifiuti venga smaltita efficacemente.

Con questa consapevolezza ci accorgiamo di come sia necessario agire per avere a disposizione un tipo di plastica biodegradabile che possa avere un impatto minore rispetto a quella monouso utilizzata attualmente. Delle novità molto interessanti a questo proposito sono quelle che arrivano in occasione dell’evento James Dyson Award.

=> Leggi alcuni consigli per vivere senza plastica

Tra i finalisti anche alcuni esperti che avrebbero inventato la plastica biodegradabile ricavata dalla fecola di patate. Si tratta di un designer svedese, che ha messo a punto un materiale molto simile alla plastica e che è in grado di sciogliersi nel terreno in un periodo di circa due mesi.

=> Leggi come fare per lavarsi senza consumare plastica

La plastica biodegradabile inventata dall’esperto svedese è realizzata con un insieme di fecola di patate e di acqua e potrebbe costituire un materiale rivoluzionario. Come ha dichiarato lo stesso inventore, Pontus Törnqvist:

L’ambiguità di certi prodotti di plastica è quella di avere una capacità di durata di oltre 450 anni e un periodo di utilizzo di circa 20 minuti.

Il designer pensa che l’utilizzo di questo materiale possa sensibilizzare sempre di più su quanto sia importante fare ricorso a prodotti alternativi alla plastica monouso per limitare gli effetti negativi che il suo accumulo può generare a livello ambientale.

22 ottobre 2018
Immagini:
Lascia un commento