Plastica: al via The Ocean Cleanup, la macchina che pulirà gli oceani

Il progetto The Ocean Cleanup ha appena preso il via. È il sistema rivoluzionario creato dal 24enne olandese Boyan Slat che ha l’obiettivo di pulire gli oceani dalla plastica, partito l’8 settembre dalla baia di San Francisco per svolgere la sua missione.

=> Leggi dell’isola di plastica nel Pacifico grande tre volte la Francia

Con The Ocean Cleanup un grosso tubo di gomma lungo 600 metri è stato trainato da Alameda, vicino a San Francisco, fino in mare aperto con l’aiuto di un rimorchiatore; il suo funzionamento è facile da comprendere, ma non semplice da sviluppare e soprattutto innovativo, poiché si apre fino a creare una sorta di insenatura artificiale che convoglia e trattiene i rifiuti di plastica che galleggiano sulla superficie dell’acqua degli oceani, sfruttando le correnti oceaniche.

In questo primo periodo dal lancio la macchina sarà testata nell’Oceano Pacifico, tra la California e le Hawaii, ovvero dove è presente la nota ed enorme isola di plastica galleggiante, il Pacific Trash Vortex, grande tre volte la Francia.

=> Scopri perché negli oceani ci sarà più plastica che pesci entro il 2050

I ricercatori stimano che solo in questa zona, la più inquinata del Pacifico, vi siano oltre 1,8 bilioni di parti di plastica, ma secondo il team dietro tale progetto in soli cinque anni circa la metà dei rifiuti presenti in questa regione potrebbe essere estratto dal mare, e riciclato, proprio mediante il macchinario.

10 settembre 2018
Lascia un commento