PlasmERG: il motore a plasma e gas nobili pronto in autunno

Nuovi aggiornamenti dal motore a gas nobili PlasmERG. Per chi non sapesse di cosa si tratti, vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione. Ad ogni modo, per farla breve, si tratterebbe di un classico motore a cilindri, che utilizzerebbe invece che l’energia chimica degli idrocarburi – come nel caso delle comuni varianti “a scoppio” – alcune proprietà del plasma. In questo modo, le nostre auto potrebbero andare utilizzando carburanti economici e non inquinanti. Una miracolo paragonabile a quello promesso dall’E-Cat di Andrea Rossi.

Le novità riguarda l’andamento dei lavori: tutto andrebbe a gonfie vele nelle officine sparse per gli USA che aderiscono al progetto. Quai tutti i materiali necessari sarebbero stati recepiti e ci sarà un importante meeting fra il 23 ed il 25 marzo. Per chi non si interessa di meccanica, le novità principali sono essenzialmente due:

  1. La PlasmERG conta di ottenere in breve tempo (poche settimane o comunque entro maggio) i brevetti necessari.
  2. Molto presto cominceranno i test pubblici che saranno registrati da videocamere e fatti circolare liberamente.

Insomma, le cose sembrano procedere davvero bene. Chissà che non riescano, per lo meno, a rubare un po’ di attenzione mediatica ad Andrea Rossi? Anche come tempi, quasi coincidono con quelli dell’ingegnere italiano. Infatti, da quando inizieranno a presentare il primo prototipo – che comunque dichiarano essere potenzialmente già “commercializzabile” – passeranno 6 mesi fino ad avere il prodotto finito. Che il 2012 sia l’anno di una doppia rivoluzione energetica?

2 marzo 2012
I vostri commenti
Gas Dotto, venerdì 2 marzo 2012 alle12:51 ha scritto: rispondi »

Vuoi vedere che i maya avevano ragione, forse non è la fine del mondo ma la fine del vecchio mondo che vive di idrocarburi e finanza creativa.

Lascia un commento