Venezia si prepara a ospitare per i prossimi sei mesi la nave solare più grande del mondo: PlanetSolar. L’enorme catamarano, progettato da un team di ingegneri navali svizzeri e realizzato in Germania, è il primo ad aver compiuto il giro del mondo alimentato esclusivamente da energia rinnovabile.

La nave approderà domani a Venezia e resterà ormeggiata all’Isola della Certosa, nell’ambito di un più vasto progetto di riqualificazione e rilancio del porto in vista di Expo2015. Quella nello scalo veneziano è l’unica tappa italiana del tour mondiale di Planetsolar.

L’imbarcazione, dopo aver compiuto il giro del mondo nel 2012, è stata infatti destinata a un’impresa ancora più ardua: sensibilizzare l’opinione pubblica e i Governi dei diversi Paesi del mondo all’utilizzo delle fonti rinnovabili, dimostrando che un’altra mobilità, a zero emissioni, è possibile senza dover rinunciare a progetti grandiosi.

Planetsolar ne è la prova tangibile: lunga 35 metri, l’imbarcazione ospita sulla sua superficie ben 512 metri quadrati di pannelli fotovoltaici. Il motore elettrico della nave ha una potenza di 120 kW. L’autonomia della barca è illimitata. In soli 584 giorni, il catamarano ha percorso oltre 60 mila chilometri, attraccando in 28 diversi Paesi.

La sua straordinaria impresa si è conclusa il 4 maggio del 2012. Il Polo Nautico Vento di Venezia, impegnato in diversi progetti sostenibili di Expo2015, si dichiara orgoglioso di ospitare il catamarano solare:

La scelta della Certosa, spiegano i responsabili, conferma l’affidabilità del porticciolo, idoneo anche a grandi imbarcazioni oceaniche, e testimonia come l’isola sia ormai riconosciuta quale esempio virtuoso di riqualificazione e sostenibilità ambientale, oltre che rappresentare un emblema di rilancio socio economico della Venezia insulare, in termini di attività economiche compatibili con la particolarità del paesaggio lagunare.

L’ingresso di PlanetSolar a Venezia sarà ripreso da un drone che filmerà il passaggio nella bocca di porto di Lido, la sfilata davanti a Piazza San Marco e il successivo approdo nel porto dell’Isola della Certosa.

3 settembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento