La pizza rappresenta una vera e propria risorsa in cucina, un piatto completo che offre la possibilità di provare ricette differenti e dare sfogo alla fantasia, non solo nella scelta della farcitura ma anche nella preparazione dell’impasto. Per chi segue una dieta vegana o ha sviluppato intolleranze specifiche, ma anche per coloro che amano provare sapori diversi, la pizza al cavolfiore può diventare un alimento protagonista di gustose cene e antipasti sfiziosi.

=> Scopri le ricette della pizza vegana


Caratteristica principale di questo piatto è la presenza del cavolfiore nell’impasto della pizza, realizzata seguendo una procedura lontana da quella tradizionale ma altrettanto facile e salutare, proprio perché a base di verdura. Il cavolfiore, inoltre, è una fonte naturale di vitamina C e acido folico, molto ricco di antiossidanti preziosi per contrastare l’azione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare. Ipocalorico e depurativo, è molto indicato nelle diete e si rivela utile anche nell’alimentazione di chi soffre di diabete.

Come scegliere il cavolfiore

Il cavolfiore è una verdura invernale, un ortaggio molto delicato e soggetto a una repentina perdita di freschezza. Sceglierlo con accuratezza è quindi indispensabile, prestando attenzione alla compattezza e all’assenza di macchie sulla superficie che potrebbero significare una periodo di conservazione eccessivo dopo la raccolta. Le foglie devono essere aderenti al resto e apparire croccanti.

Ingredienti

Per preparare l’impasto necessario per una teglia di pizza al cavolfiore occorrono:

  • 1 cavolfiore
  • 200 gr di farina di ceci
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe

Per quanto riguarda la farina, esistono diverse varianti che è possibile utilizzare al posto della dose indicata sopra, ad esempio 100 grammi di farina di ceci più 100 grammi di farina di riso oppure 100 grammi di farina di mandorle più 50 grammi di semi di lino lasciati ammollare in 6 cucchiai di acqua per un quarto d’ora.

=> Scopri la pizza senza lievito


Per la farcitura occorre della passata di pomodoro, origano a piacere ed eventuali aggiunte da disporre sopra la base, come mozzarella vegan, verdure e altri ingredienti da scegliere in base ai gusti personali.

Procedimento

Il cavolfiore tagliato a pezzi deve essere cotto al vapore, privato dell’acqua in eccesso poi schiacciato finemente. Al composto è necessario aggiungere la farina selezionata, sale e pepe. Dopo aver amalgamato il tutto l’impasto deve essere steso su una teglia da forno su cui è stato disposto un foglio di carta da forno.

La base della pizza deve cuocere in forno caldo a 200 gradi per circa 10 minuti. A questo punto si può procedere con la farcitura e poi ricollocare la teglia in forno per altri 5 minuti o fino al grado di cottura desiderato.

Quale mozzarella vegan usare

Per chi non vuole rinunciare alla mozzarella filante sulla pizza, esistono numerose varianti vegane da preparar anche in casa. La mozzarella di riso, ad esempio, si realizza unendo un bicchiere di latte di riso a due cucchiai di farina di riso: il composto amalgamato deve essere scalato sulla fiamma e poi unito a un cucchiaio di burro di soia e uno di panna di soia e lasciato addensare. Successivamente si aggiunge uno yogurt di soia e si mescola il tutto a fuoco basso fino a che l’impasto inizia a filare. La mozzarella deve essere lasciata raffreddare per poter essere tagliata a fette o a piccoli pezzi.

5 luglio 2017
Lascia un commento