La storia di Mama Jade spezza il cuore per il dolore e la violenza subita da questo povero cane. La femmina di razza PitBull, nel suo vagare senza meta, era finita nella veranda di una casa di Nashville, nel Tennessee. Smarrita, spaventata, sofferente, era stata subito accolta e curata da Christianna Willis. La ragazza aveva notato i numerosi segni sulla sua pelle, una sequenza di buchi e colpi di pistola. Oltre a morsi profondi sul muso, cicatrici lungo tutto il corpo e un solco profondo lungo il collo.

Il cane, ribattezzato Mama Jade, era presumibilmente fuggito da qualche lotta clandestina perché allevato come esca sacrificale per altri cani, come elemento su cui addestrare la loro rabbia. Ma la piccola cagnolina era riuscita a scappare trovando la salvezza nella casa di Christianna. Dopo una notte insonne, con Mama Jade che non la perdeva d’occhio neppure per un secondo, la ragazza l’aveva condotta dal veterinario. Dopo un esame approfondito erano state confermate le ipotesi, ovvero il suo ruolo di cane esca, la presenza di un solco terribile sul collo causato dal collare e che le stava recidendo profondamente la pelle. E purtroppo anche un tumore al seno.

Inorridita da così tanto dolore Christianna aveva deciso di scrivere una letta di denuncia e dolore e pubblicarla su Craigslist . Una missiva indirizzata ai misteriosi responsabili di tanto maltrattamento, dal titolo “il tuo Lennox mi ha trovata, io non gli volterò le spalle”.

Venerdì sera un cane vagava nella nostra veranda. Terribili segni di abuso coprivano il suo corpo, cicatrici, morsi sul muso, lacerazioni esposte sul collo reciso dal collare. Era evidente che fosse un cane allevato con forza e violenza, con lacerazioni sanguinanti sulle zampe costrette a sostare sul cemento e sulle grate di una gabbia. Niente di ciò rappresenta il peggio, perché aprendo la sua bocca per valutarne l’età abbiamo scoperto come i denti fossero stati estratti con violenza. E quelli rimasti erano schiacciati verso il basso. Ma nonostante questi abusi Mama Jade si fida ancora dell’uomo, annusa i volti e li bacia con amore. Siamo stupiti da questa fiducia, anche se davanti a cani più grandi si spaventa e ringhia terrorizzata. Come biasimarla del resto? Le starò accanto fino al suo ultimo respiro, le farò compagnia se necessario anche nel momento dell’addio. Le terrò la testa e le dirò quanto le voglio bene.

La storia di Mama Jade ha colpito molta gente, è stata aperta una pagina Facebook, riportata nelle fonti, e sono partite le donazioni spontanee. La cagnolina, dopo un’attenta visita, verrà sottoposta a una cura contro la filaria, prenderà antibiotici e medicine per combattere le infezioni e verrà sottoposta a una doppia mastectomia. Nonostante il percorso difficile pare ci siano buone speranze di vita. Christianna Willis, che lavora in un centro veterinario, si occuperà di lei e della sua ripresa per poi trovarle una nuova e definita famiglia.

17 ottobre 2013
Fonte:
I vostri commenti
anna, giovedì 17 ottobre 2013 alle9:43 ha scritto: rispondi »

io nn so perchè esiste al mondo questa gente cattiva e maltrattare questi cani così indifesi e usarli come gioccattoli a questa gente la dovrebbero rinchiudere

donatella, giovedì 17 ottobre 2013 alle9:18 ha scritto: rispondi »

forse dopo un triste destino per il pitbull si è spalancata porta di un paradiso di affetto e considerazione se riesce a sopravvivere , e lo spero, almeno vivrà per il resto accudita e soprattutto amata e il caso o la fortuna la hanno indirizzata verso una casa amica con persone accoglienti ed esperte

Lascia un commento