Sorgerà sul Garda la pista ciclabile più bella d’Europa. Questo l’annuncio del sindaco di Limone sul Garda, Chicco Risatti, che presenta il nuovo piano per migliorare la mobilità a pedali nei pressi del più grande lago italiano. Il percorso collegherà il confine trentino con Capo Reamol, sommandosi al precedente tratto che va da quest’ultimo alla zona sud di Limone.

=> Scopri la pista ciclabile in Polonia con illuminazione notturna a energia solare

La pista ciclabile che collegherà Limone sul Garda avrà una lunghezza finale di 6 km, 4 rappresentati dal precedente tratto (inaugurato nel 2013, a maggio, e costato 1,2 milioni di euro – co-finanziati da Regione Lombardia e Provincia di Brescia) e 2 che verranno integrati con i lavori appena avviati.

Quella in corso di realizzazione sul Garda si preannuncia come un progetto dall’elevato potenziale turistico/naturalistico e verrà tradotto in opera dalla ATT di Salò. Un panorama ricco di meraviglie quello che risulterà visibile da coloro che percorreranno la ciclabile.

L’investimento complessivo è stimato intorno ai 7,6 milioni di euro. A finanziarlo l’ex fondo per lo sviluppo dei Comuni di confine. Come ha spiegato Giorgio Toffoletto, titolare di ATT:

Questo tratto prevede parti a sbalzo e parti nelle vecchie gallerie dismesse della Gardesana. Costi? Tremila euro al metro lineare, la metà dei quali per la messa in sicurezza: disgaggi, consolidamenti, paramassi.

28 ottobre 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Bubu, giovedì 10 novembre 2016 alle19:02 ha scritto: rispondi »

Pista ciclabile, va bene. A nessuno interessa sapere che per fare 10 km sulla 45bis ci vogliono, a volte, più di 2 ore e mezzo?. Già, l'importante è avere la pista ciclabile. Poi se servirà l'ambulanza vi porteranno in ospedale in bicicletta.......Ma per carità......

Lascia un commento