Gli abitanti della zona 1 attendono ancora risposta dal Comune di Milano, ma questa tarda ad arrivare. L’obiettivo è quello di riqualificare uno spazio ormai in disuso da tempo, lo zoo presente all’interno dei Giardini Montanelli in via Palestro. Nel dettaglio, l’ex vasca delle foche, ideale per i cani nei giorni di caldo estivo. Sembra una banalità eppure poter usufruire di una vasca con acqua potrebbe aiutare la salute dei nostri amici a quattro zampe.

>>Scopri l’ex vasca delle foche a Milano

Ma nonostante la raccolta firme, la tanto agognata risposta da parte del settore Arredo è rimasta ancora inevasa e nel frattempo le multe si susseguono. E le Gev, le guardie, staccano sanzioni continue per chi permette al cane una condotta troppo libera. Un ingresso dell’animale all’interno del ruscello vicino a via Manin costa 200 euro, mentre un tuffo dentro la fontana davanti a Palazzo Dugnani ben 300 euro di multa.

Per questo i proprietari di cani puntano all’ex vasca delle foche, così da poter usufruire di una zona rinfrescante senza il terrore di trasgredire le regole. A fronte anche delle proteste da parte di chi un cane non lo possiede, ma subisce le loro scrollate umide. Ma viste le lungaggini burocratiche affrontate per chiudere lo zoo, ben 27 anni, e per poi svuotarlo da chi lo aveva occupato abusivamente, si prospetta una battaglia estenuante.

Del resto basterebbero pochi passi, come ad esempio lo stanziamento dei fondi già previsto all’interno delle delibere sul decentramento. E come sostiene Elena Grandi, presidente commissione Arredo e Verde di zona 1:

Nei Giardini pubblici, ora Giardini Montanelli, c’è già una bella piscina piastrellata e inutilizzata. Quasi pronta per l’uso; basta rimettere in uso l’allacciamento alla rete idrica e aprire un cancelletto nella recinzione.

22 luglio 2013
Lascia un commento