La strategia di sostenibilità di Pirelli è un elemento che poco si conosce dell’azienda italiana fondata nel lontano 1872 da Giovanni Battista Pirelli. Ecco perché, per la prima volta, la società ha organizzato presso la propria Fondazione un incontro con la stampa specializzata, per divulgare i risultati raggiunti, e soprattutto per far capire quanta attenzione ci sarà nei prossimi anni nel realizzare prodotti sempre più sostenibili.

I numeri riferiti al 2015 parlano da soli: ben la metà dei ricavi deriva da prodotti Green Performance, i prelievi di acqua sono stati ridotti del 42% dal 2009 e vi è stato un aumento sostanziale del tasso di recupero dei rifiuti. Gran parte di questi risultati si devono all’ottimo lavoro svolto dai laboratori di ricerca Pirelli che hanno permesso di ottenere pneumatici con pochissima resistenza al rotolamento, una caratteristica fondamentale per ridurre i consumi di carburante di un’automobile, rumorosità molto bassa, minor peso e maggiore percorrenza.

pirelli sostenibilità 2015

Questo impegno si traduce anche nella scelta di gomma naturale prodotta in modo responsabile, favorendo le comunità locali, soprattutto in Indonesia, uno dei paesi leader nella produzione della materia da cui vengono prodotti gli pneumatici.

Ma quanto raggiunto in termini di sostenibilità nel 2015 non è un punto di arrivo, infatti Pirelli già guarda al 2020. Secondo quanto spiegato da Filippo Bettini, Chief Sustainability and Risk Management dell’azienda, gli obiettivi al 2020 sono ambiziosi ma raggiungibili, tra i più importanti possiamo citare:

  • Ricavi da pneumatici verdi pari al 50%
  • Riduzione del 40% di resistenza al rotolamento degli Pneumatici Pirelli
  • Espansione della tecnologia Pirelli per produrre silice da lolla di riso
  • Riduzione del prelievo di acqua del 58% entro il 2020 rispetto al 2009
  • zero waste to landfill, cioè nessun rifiuto in discarica

pirelli sostenibilità 2020

La sostenibilità insomma sta guidando la strategia dell’azienda ma, come sappiamo, molto dipende e dipenderà anche dai consumatori, per i quali troppo spesso l’unico elemento considerato nella scelta di uno pneumatico è economico. La sostenibilità arriverà a contare nella scelta di uno pneumatico quanto il prezzo? Filippo Bettini si è detto fiducioso:

“Veniamo da un’epoca in cui il driver di scelta di uno pneumatico era prevalentemente economico. Però questo tipo di sensibilità sta crescendo, le ultime ricerche che abbiamo realizzato ce lo dimostrano, e questa attenzione è crescente nelle nuove generazioni. I consumatori tengono sempre di più in considerazione che lo pneumatico sia sicuro per le persone e sicuro per il pianeta”.

9 maggio 2016
Lascia un commento