Sette meraviglie del mondo? No, otto. L’ottava sembrerebbe essere stata ritrovata oggi, nel 2017, anche se risultava scomparsa nel 1886. Stiamo parlando delle Pink And White Terraces in Nuova Zelanda, delle piscine di pietra rosa e bianca, rotonde e incastonae in terrazze di roccia, piene di acqua termale che cadono nel lago Rotomahana in Nuova Zelanda.

=> Scopri lo stagno giapponese che somiglia a un quadro di Monet

Scomparsa il 10 giugno 1886 per un’eruzione di lava del vulcano Tarawera, dopo 131 anni pare che siano state ritrovate da due ricercatori: Rex Bunn e Sascha Nolden. I due sostengono che le Piscine Rosa siano intatte sotto circa 15 metri di cenere solidificata e che per riportarle alla luce basti solo scavare.

=> Scopri quali sono i 10 giardini più belli d’Italia

Rex Bunn ha spiegato a Repubblica che, dopo aver studiato il caso del Lago di Nemi, ha sperimentato l’uso di un idrovore per abbassare il livello dell’acqua, ma ha trovato una zona magmatica ancora attiva e continuare i lavori in questa direzione poteva essere pericoloso.

Nel 2015 finalmente la svolta: grazie a degli appunti di un geologo e cartografo austro-tedesco Ferdinand Von Hochstetter capirono che le Piscine non erano in fondo al lago, ma sulla costa. I lavori così partiranno a breve e la speranza di trovare le Pink And White Terraces intatte, almeno in gran parte, è viva. Sarebbe una meravigliosa riscoperta per tutto il mondo.

16 giugno 2017
Immagini:
Lascia un commento