Una vita fatta di sofferenza e abbandoni, seppur breve, non ha fatto perdere al piccolo Hüseyin el-Hasan il senso di compassione ed empatia nei confronti del mondo. Dopo aver lasciato casa e ricordi in Siria, il bambino – in compagnia della sua famiglia – ha trovato accoglienza e ospitalità in Turchia, nella città di Kilis. La brutalità della guerra vissuta a soli otto anni non hanno deteriorato la sua passione nei confronti del presente, da mettere in pratica con piccoli ma significativi gesti. Per questo non sorprende l’altruismo dimostrato dal giovane, che ha atteso l’arrivo dei soccorritori in aiuto di un randagio. Il cane, una femmina, era stata investito a pochi passi dall’abitazione del piccolo. Testimone del fatto, aveva chiesto l’intervento del vicinato e degli operatori per il soccorso degli animali, quindi atteso pazientemente accanto al quadrupede. Un piccolo atto, una coperta recuperata in casa da appoggiare sul corpo dell’animale, qualche carezza per far sentire la cagnolina meno sola e spaventata.

L’arrivo degli operatori ha sollevato Hüseyin el-Hasan dalla responsabilità, mentre la cagnolina è stata condotta presso il veterinario di zona. Purtroppo, a causa delle innumerevoli ferite riportate, la piccola non ha superato le cure spirando tra le braccia dei medici. La triste notizia ha raggiunto il bambino, che si è detto fortemente addolorato per la dipartita della randagia. Ma il suo gesto caritatevole non è certo passato inosservato e il vice-sindaco Cuma Özdemir ha voluto onorare il bambino facendogli visita a casa.

=> Scopri i randagi di Istanbul


Come azione simbolica gli ha donato alcune nuove coperte, segno inequivocabile della protezione e dell’amore dimostrato. Una sorta di abbraccio virtuale da parte di tutta la cittadinanza, come gesto di totale accoglienza nei confronti del piccolo, della sua famiglia e di tutti i rifugiati. Durante la cerimonia il vice-sindaco ha voluto sottolineare l’altruismo del bambino, un atto spontaneo pregno di rispetto e umanità. Mentre sono ancora in corso le indagini per l’individuazione del responsabile dell’investimento del quadrupede.

27 febbraio 2017
Fonte:
Lascia un commento