Piatti di plastica ritirati dal mercato: allarme sostanze tossiche

Alcuni lotti di piatti di plastica sono stati ritirati dal commercio perché si sospetta la presenza di sostanze tossiche nei materiali di costruzione. Sulla questione è intervenuto il Ministero della Salute, che ha agito a scopo precauzionale.

I piatti di plastica segnalati sono quelli delle marche Elios e Sea Party. Sarebbero stati riscontrati alti livelli di sostanze contaminanti. I piatti di plastica sospetti sono stati prodotti da T&M Trade & Marketing Srl, nella città di Bari, nella fabbrica di via Buozzi.

Le autorità raccomandano di non utilizzare questi piatti a contatto con il cibo, perché si ritiene che i materiali utilizzati di queste confezioni di piatti fondi non siano conformi alle norme di legge.

=> Leggi di più sull’allerta salmonella per alcuni lotti di uova fresche

I lotti di piatti di plastica interessati dal ritiro dagli scaffali dei negozi sono: 1ELIOSFO8, 1ELIOSPI10, 500ELIOSFO18, 700ELIOSFO12, 700ELIOSPI14, 500ELIOSPI20, 1SEAPARTYFO10, 700SEAPARTYPI, 500SEAPARTYFO28, 1SEAPARTYPI12, 700SEAPARTYFO, 500SEAPARTYPI30.

L’allerta è scattata dopo l’intervento dell’Arpa Puglia, che, esaminando gli alimenti messi a contatto con questi piatti, ha riscontrato alti livelli di sostanze contaminanti passate dal polipropilene agli alimenti stessi.

Il Ministero della Salute ha informato i consumatori, invitando a portare i piatti acquistati appartenenti ai lotti segnalati nei punti vendita in cui sono stati comprati, per poter ottenere eventualmente il rimborso dei prodotti.

6 novembre 2018
Immagini:
Lascia un commento