Dopo il prototipo a grandezza naturale presentato al Salone di Ginevra 2013 nel marzo scorso, la Peugeot 208 Hybrid FE torna sotto i riflettori: la concept car ibrida della casa francese, cugina della classica 208, è stata presetata ufficialmente al Salone dell’auto di Francoforte.

La Peugeot 208 Hybrid FE

Realizzata con il partner tecnico Total, la Peugeot 208 Hybrid FE sfrutta il doppio propulsore: sulla parte anteriore agisce un motore a benzina VTi-FE 1.0 da 68 CV, mentre tra le ruote posteriori è situato un motore elettrico che ha una potenza da 30 Kw in fase di trazione e da 100 Kw come generatore di energia in frenata. Per non far mancare nulla al nuovo modello anche l’innovativo sistema di trazione ibrida sulla Peugeot 208 Hybrid FE  si ispira al mondo delle corse.

La batteria agli ioni di litio da da 0,56 kWh pesa 25 kg ed è posizionata, insieme al serbatoio di carburante da 20 litri, sotto il divano posteriore in modo perpendicolare: per garantirne il raffreddamento è stato messo a punto un olio ad hoc, particolarmente delicato, da Total.

Due gli obiettivi dei progettisti: il primo era puntare alla potenza della Peugeot 208 GTi. Anche la Hybryd FE è in grado di passare da 0 a 100 Km/h in soli 8 secondi e consuma 2,1 litri di carburante ogni 100 km. Il secondo obiettivo era, appunto, arrivare ad un certo livello di efficienza e ridurre notevolmente dei consumi, senza dover inserire necessariamente le tecnologie plug-in.

Le emissioni sono da record: grazie al lavoro di miglioramento del peso e dell’aerodinamica della vettura, all’uso di lubrificandi e carburanti specifici le emissioni sono pari a soli 49 g/km di CO2, come si nota anche dalla grafica sulla fiancata dove appare, in bella evidenza, il numero 49.

13 settembre 2013
Lascia un commento