Lady Gaga è diventata praticamente inseparabile dal suo cane Asia, una piccola esemplare di Bouledogue Francese dal manto scuro. Dopo anni di critiche da parte della compagine animalista, tra gli abiti in carne e gli accessori in pelliccia, la cantante statunitense ha pian piano mostrato il suo interesse verso gli animali. Prima con il dolore pubblico per la scomparsa di Alice, la cagnolina che l’ha accompagnata durante l’infanzia, poi con l’adozione del nuovo amico a quattro zampe. Questa svolta non ha protetto però la popstar dalle polemiche, l’ultima sollevata dall’associazione PETA: la Germanotta maltratterebbe l’animale costringendolo a inutili travestimenti.

Il tutto nasce da una questione banale, una polemica forse troppo esasperata dalla stessa associazione animalista. Lady Gaga, maestra del trasformismo e degli outfit più improbabili, ha infatti pubblicato sui propri account social delle simpatiche immagini con protagonista la cagnolina Asia, vestita di tutto punto e abbellita con i più vari gioielli. L’applicazione di un paio di orecchini a clip, tuttavia, ha convinto PETA a passare all’attacco con un comunicato inoltrato alla stampa:

Lady Gaga può decidere di decorarsi con outfit elaborati e anche scomodi, ma Asia non può compiere questa scelta. Sebbene appaia abbastanza chiaro quanto Gaga ami Asia, crediamo che il cane – tutti i cani – siano adorabili senza tutti questi accessori aggiunti. Il migliore accessorio per ogni cane è una pettorina comoda, sicura e di giusta taglia, perfetta per le lunghe camminate insieme.

La cantante non ha risposto ufficialmente alle accuse, ma appare evidente come la popstar sia particolarmente attenta alla salute e al benessere della sua cagnolina, tanto da non separarsene quasi mai. Inoltre, abitini e travestimenti sarebbero stati limitati al tempo di una fotografia: l’animale, assicurano fonti anonime, non passa la sua giornata con tutù e corone sul capo. Rimane però il problema degli orecchini a clip applicati, seppur temporaneamente, sulle orecchie del cane: si tratta di una parte del corpo molto delicata, soprattutto nei già fragili Bouledogue francesi. Considerato come quella di vestire di tutto punto gli amici domestici sia una moda molto in voga nello star system – si pensi a casette e completini di design per i chihuahua di Paris Hilton, così come il team di stylist per i numerosi cagnolini di Miley Cyrus – quella di Gaga appare come un’ingenuità del tutto perdonabile: non resta che attendere per scoprire se il richiamo di PETA avrà sortito gli effetti sperati.

24 giugno 2014
In questa pagina si parla di:
Via:
Immagini:
Lascia un commento