Il giornale inglese Express ha lanciato un concorso particolare, si chiama Pet Survivor 2013 ed è dedicato agli animali sopravvissuti alle situazioni più estreme. Che siano malattie o salvataggi, operazioni o condizioni di vita, in finalissima sono giunti 6 esemplari con le loro rispettive storie. Sono cani, gatti e un coniglio balzati agli onori della cronaca per la loro incredibile vita, per la capacità con cui proprietari e veterinari li hanno strappati alla morte.

La collaborazione della rivista con l’istituto caritatevole PDSA, noto per il suo lavoro e per aver isituito il premio Dickin Medal per gli animali in guerra, ha selezionato sei storie tra le migliaia giunte in redazione. A contendersi il premio saranno i cani Rex, Will, Pipp, i gatti Malteaser e Robbie, quindi il coniglio Thumper. La storia di Rex ha del tragico, il cane colpito da un treno, si è ritrovato in fin di vita con il cranio aperto e un occhio distrutto. Portato subito presso il centro Swanbridge Veterinary Hospital è stato stabilizzato, ma le condizioni erano così critiche che nessuno credeva superasse la notte. Nonostante tutto il cane si è ripreso perfettamente e, sebbene abbia perso l’occhio, è sano e vitale come prima.

La storia di Will ricalca la routine degli abbandoni, l’esemplare di soli 3 anni è stato recuperato mentre si aggirava per le zone gelide dello Yorkshire Dales. Denutrito, scheletrico e con una zampa fratturata, era privo di chip e proprietario. Solo l’interesse di due appassionati di cani, Brian e Helen Coates, ne ha consentito il trasferimento presso il Kingsway Veterinary Group in Skipton. Cure e amore hanno fatto il resto, riportandolo alla vita e in forze. Pipp invece è uno splendido esemplare femmina di cane da pastore: investito accidentalmente da un trattore, ha riportato una frattura con schiacciamento del bacino e gravi lesioni interne. Condotta di corsa presso l’Abbeydale Veterinary Surgery a Blackburn nello Lancashire, è stata operata e la sua anca ricostruita con una placca. La sua proprietaria, Joanne Waggett, non l’ha mai abbondonata dormendo con lei per darle forza. Ora Pipp è in forma e ha ripreso a correre nei prati.

La gattina Malteaser deve la sua vita all’amore della sua proprietaria, Amanda Kayes, accorsa a recuperarla a miglia di distanza da casa. La piccola felina, assente da 5 settimane, pesava la metà, era denutrita, emaciata, con qualche dente in meno, zampe e orecchie congelate. Solo le visite assidue di Amanda e il suo amore ne hanno garantito la ripresa. Più dolorosa la storia di Robbie, gattino randagio nascosto all’interno di un divano abbandonato e ritrovatosi avvolto dalle fiamme. Il gattino, turbato dalle basse temperature, aveva cercato riparo in un divano vecchio ma qualcuno aveva appiccato il fuoco. Recuperato appena in tempo, aveva trascorso sei mesi in riabilitazione, con gravi ustioni su muso, testa e zampe. Solo la solidarietà, l’amore e le donazioni di Gill Smith ne hanno garantito le cure e il recupero. Ora il gatto è stato felicemente adottato da Gill Smith, che lo considera un piccolo eroe.

Ultimo della lista, ma non per importanza, è il coniglietto Thumper, aggredito e azzannato da una volpe. Il piccolo Tamburino aveva quattro costole rotte e la vita appesa a un filo, ma anche una proprietaria tenace che lo ama tantissimo. Emma Miller che lo ha adottato quattro anni fa e che lo ringrazia per essergli stato vicino nei momenti difficili, ha fatto di tutto per infondergli forza e coraggio. Il piccolo coniglietto, che in condizioni normali non avrebbe superato lo shock, ora ha ripreso l’energia di un tempo e si è guadagnato il nome di coniglio bionico.

10 dicembre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento