I giornali inglesi come The Guardian e il Telegraph si stanno scagliando contro il pesto alla genovese. L’eccellenza italiana è stata bocciata dagli esperti dei giornali britannici perchè contiene troppo sale, oltre i limiti suggeriti. Il brand preso di riferimento dal Guardian è una delle marche italiane più famose di pesto e sughi e gli esperti sostengono che all’interno vi sia il 30% di sale in più rispetto all’acqua di mare.

=> Guarda il video che mostra come vengono prodotti i McNuggets di McDonald’s

 

Un paragone molto forte, sostenuto dalle analisi del Consensus Action on Salt e Health (Cash) che avrebbe scoperto come in due particolari qualità di pesto vi sia il 18% di sale in più rispetto al 2009.

=> Leggi i rischi per i bambini legati al saltare la colazione

 

Un problema che però non riguarda solo uno specifico brand secondo il Cash, ma anche tantissime altre marche di pesto che risultano contenere delle salse più salate di un hamburger di McDonald’s. La notizia del Telegraph preoccupa molto gli inglesi, soprattutto perchè gli amanti del pesto sono generalmente i bambini, che non dovrebbero mangiare salato o troppo saporito per evitare di incorrere in patologie mediche negli anni futuri.

Ovviamente la notizia ha scatenato la rabbia dei produttori di pesto liguri, che hanno immediatamente preso le difese della salsa verde al basilico sottolineando come la ricetta originale del pesto preveda in realtà pochissimo sale perchè è presente già il formaggio e il pecorino a insaporire il prodotto.

6 ottobre 2017
Lascia un commento