Le pesche sciroppate al forno sono una ricetta dolce che si può servire sia come dessert, alla fine di un pasto, che al mattino a colazione. Quando si scelgono le pesche sciroppate come dolce è meglio ricordare che si tratta di una preparazione molto calorica, ricca soprattutto di zuccheri semplici. A differenza di una porzione di frutta fresca, le pesche sciroppate devono essere inserite in sostituzione di un altro alimento o, magari, alla fine di un pasto leggero,composto ad esempio da un piatto unico ricco di verdure fresche. In ogni caso, è preferibile preparare le pesche al forno dopo averle ben sgocciolate dallo sciroppo.

=> Scopri le calorie delle pesche sciroppate


Le pesche conservate sono, in genere, della varietà percoca, un frutto giallo con polpa soda e compatta, che mantiene una buona consistenza anche in conservazione. Questi frutti mantengono, inoltre, una buona quantità di sali minerali e vitamine. Discreto è anche il contenuto di fibra alimentare, in particolare pectina, che ha note qualità benefiche sulla funzioni intestinali.

Vediamo due ricette per preparare le pesche sciroppate al forno.

Pesche sciroppate ripiene alla piemontese

Le pesche ripiene alla piemontese rappresentano una ricetta di semplice e veloce realizzazione. Si tratta di una preparazione estiva, che viene appunto realizzata con i frutti freschi, tuttavia è ottima anche servita in autunno e inverno con la frutta sciroppata. Le versione tradizionale prevede l’impiego del tuorlo d’uovo: questo ingrediente può essere facilmente sostituito con un cucchiaio di sciroppo di conservazione. La modifica incide davvero poco sulla resa, tuttavia, in merito alle qualità nutrizionali la differenza è notevole: il tuorlo è una fonte prevalentemente di grassi, mentre lo sciroppo di zucchero di carboidrati semplici.

=> Scopri la ricetta delle pesche sciroppate


Ingredienti per 4 persone:

  • 4 mezze pesche sciroppate scolate dal liquido di conservazione;
  • 80 g di amaretti;
  • 20 g di cacao amaro in polvere;
  • 1 cucchiaio di liquore all’amaretto;
  • 1 cucchiaio di sciroppo;
  • 20 g di zucchero di canna.

Disponete le pesche sciroppate in una pirofila con la parte cava rivolta verso l’alto. Sbriciolate gli amaretti, quindi raccoglieteli in una ciotola, unite il cacao amaro, lo zucchero, lo sciroppo e il liquore: mescolate bene per amalgamare gli ingredienti. Riempite le cavità dei frutti, quindi cuocete in forno caldo a 180°C per circa 30 minuti. Servite caldo oppure tiepido.

Pesche sciroppate ripiene al forno con sfoglia

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 mezze pesche sciroppate, scolate dal liquido di conservazione;
  • 4 cerchi di pasta sfoglia del diametro di 10 centimetri;
  • 1 tuorlo d’uovo;
  • 80 g di granella di nocciole:
  • 1 cucchiaio di sciroppo.

Disponete le pesche sciroppate in una pirofila con la parte cava rivolta verso il basso. Sbattete il tuorlo con lo sciroppo di zucchero. Coprite ogni pesca con una sfoglia, quindi spennellate con il composto di tuorlo e sciroppo. Cuocete in forno caldo a 180°C per circa 20 minuti quindi sfornate, capovolgete ogni pesca su un piattino da dessert e decorate con la granella di nocciole. Servite caldo.

Questo dessert è di semplice realizzazione ed è adatto anche a essere preparato quando si ha poco tempo: ha un bell’aspetto e questa caratteristica lo rende anche perfetto per gli ospiti.

10 aprile 2017
Lascia un commento