Mangiare salmone e altri tipi di pesce può contribuire a mantenere a lungo in salute il cervello. Un aiuto che potrebbe contribuire anche nella prevenzione dell’Alzheimer o del Parkinson secondo quanto documentato in un nuovo studio USA condotto presso la University of South Dakota dal Dr. James Pottala, ricercatore presso il Health Diagnostic Laboratory Inc. di Richmond in Virginia.

I grassi monoinsaturi omega-3 contenuti nel salmone e in altri pesci garantirebbero non soltanto un apporto di nutrienti utile all’equilibrio dei valori nel sangue, ma stando a quanto pubblicato sulla rivista scientifica Neurology, questi acidi grassi essenziali aumenterebbero il volume del cervello stesso prolungandone nel tempo le capacità mnemoniche.

Grazie agli omega-3, di cui pesci come il salmone sono ricchi, la capacità di mantenere una memoria integra e di ritardare la degenerazione cognitiva vengono estesi di un periodo compreso tra 1 e 2 anni. Come spiega il Dr. Pottala:

Questi livelli elevati di acidi grassi possono essere ottenuti attraverso la dieta e l’uso di integratori, e i risultati suggeriscono che l’effetto sul volume del cervello è l’equivalente del ritardare da uno a due anni la normale perdita di cellule cerebrali che si ha con l’invecchiamento.

Lo studio ha visto coinvolte per circa 8 anni più di 1.100 donne facenti parte del Women’s Health Initiative Memory Study e la cui età media era di 78 anni. Sono stati confrontati i loro valori nel sangue di omega-3 con il volume del loro cervello, rilevato tramite MRI (Risonanza Magnetica per Immagini).

È emerso come coloro che avevano più acidi grassi monoinsaturi nel sangue avvessero maggiori possibilità (7,5% contro il 3,4% delle altre) di possedere dimensioni maggiori del cervello pari allo 0,7% della media. In particolare risultava superiore la dimensione dell’ippocampo (2,7% in più), area riconosciuta come di grande rilievo per la gestione della memoria e la cui atrofizzazione è in alcuni casi precedente alla comparsa della sintomatologia dell’Alzheimer.

23 gennaio 2014
Fonte:
I vostri commenti
tiziana, lunedì 27 gennaio 2014 alle9:22 ha scritto: rispondi »

mi piacerebbe avere ulteriori info

Lascia un commento