Prima birra non pastorizzata per la Peroni. Il birrificio italiano ha presentato ieri a Milano la sua “Cruda”, realizzata grazie a uno speciale processo di microfiltrazione a basse temperature, che promette di preservare il gusto originale tipico della “bionda” appena fatta.

La Peroni Cruda viene presentata come una birra “dalla consistenza cremosa e morbida, un piacevole retrogusto amarognolo di luppoli e un colore giallo paglierino”. Verrà distribuita soltanto presso ristoranti, pizzerie, bar e pub, nella versione in bottiglia da 33 CL o in fusto da 30 litri.

=> Leggi quali sono i benefici della birra per il colesterolo buono HDL

La presentazione è avvenuta a Milano presso Pasta d’Autore. Un luogo scelto con attenzione, come spiega Cristiano Marroni Darena, marketing manager della Famiglia Peroni:

La location scelta non è affatto casuale. Abbiamo deciso di far muovere i primi passi alla nostra nuova nata in un luogo che fa della freschezza il suo biglietto da visita, grazie alla pasta fresca preparata tutti i giorni, utilizzando ingredienti di altissima qualità. Del resto, Peroni Cruda è proprio così: prodotta con malto 100% italiano e buona come appena fatta per offrire ai nostri consumatori un’esperienza di gusto unica.

=> Scopri gli imballaggi per lattine di birra più sostenibili grazie a orzo e grano

Una birra che vede la sua principale caratteristica nella non pastorizzazione. Come ha spiegato Giuseppe Menin, Mastro Birraio di Peroni Cruda:

Questa birra ha una caratteristica fondamentale: la non pastorizzazione. Per tutto il processo produttivo viene costantemente tenuta a basse temperature. In questo modo, preserviamo tutto il gusto fresco della birra appena fatta. È così che il privilegio che ho io di assaporare il gusto fresco della birra appena spillata diventa, da oggi, un piacere per tutti.

29 marzo 2017
Lascia un commento