Perequazione incentivi fotovoltaico: la posizione di Aper, Assosolare, Gifi

Il progetto del Governo di una nuova modifica della regolamentazione in materia di energie rinnovabili ha già scatenato le prime reazioni. Quella da parte delle associazioni Assosolare, APER e GIFI, arriva attraverso un comunicato congiunto, nel quale manifestano stupore per l’inserimento nel Decreto Sviluppo di una “perequazione” nel calcolo degli incentivi.

Un’ulteriore preoccupazione che aggiungerebbe ulteriore instabilità al quadro normativo, già reso fin troppo mutevole dal repentino passaggio dal Terzo al Quarto Conto Energia (in anticipo rispetto alle date previste in origine) e dalle continue fibrillazioni finanziarie imposte dalle agenzie di rating:

In un momento quanto mai delicato per la credibilità e stabilità del sistema Paese, minate dai continui downgrading delle agenzie di rating internazionali, è inaccettabile che imprese e lavoratori debbano subire l’ennesimo cambio di regole in corso d’opera, considerato anche l’alto numero di investimenti nel settore e quindi il conseguente rischio di una riduzione del personale quando non una chiusura delle aziende, cosa peraltro già accaduta.

Non solo stabilità normativa fra le richieste delle associazioni, ma anche un tavolo comune tra Governo e industria che sappia gettare le basi per un piano energetico nazionale di lungo periodo:

Le associazioni chiedono ancora una volta e congiuntamente quella stabilità normativa e certezza di diritto in merito alla regolamentazione del settore auspicata da anni senza riscontri, senza scorciatoie come il paventato condono e sollecitano per l’ennesima volta una maggiore concertazione tra Governo e industria, ribadendo la totale apertura ad aprire un tavolo di dialogo costruttivo con tutti gli attori coinvolti nel complesso dibattito sull’elaborazione di un piano energetico nazionale di lungo periodo.

19 ottobre 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Battista, giovedì 20 ottobre 2011 alle13:13 ha scritto: rispondi »

Gentilissimo, grazie! Seguirò il suo consiglio.

Claudio Schirru, giovedì 20 ottobre 2011 alle11:45 ha scritto: rispondi »

Salve signor Battista, stando a quanto espresso nell'articolo 47 del Decreto Sviluppo l'iniziativa non sembra essere retroattiva. I termini però con cui sono presentate le modifiche non esauriscono la questione, lasciando come spesso accade nell'incertezza interpretativa. Le proteste di queste ore potrebbero inoltre far rientrare il provvedimento, per sapere questo purtroppo bisognerà attendere ancora qualche giorno (o settimana). Fornire un consiglio valido in questi casi non è agevole, posso dirle però ciò che probabilmente farei se mi trovassi nella sua posizione: attenderei una o due settimane verificando l'orientamento politico sulla vicenda e prendendo solo a quel punto la mia decisione. In ogni caso, nei prossimi giorni seguiremo lo sviluppo della vicenda e penso saremo in grado chiarire ulteriori dubbi al riguardo. Buona giornata, Claudio

Battista, giovedì 20 ottobre 2011 alle11:04 ha scritto: rispondi »

Salve, sono in procinto di acquistare un impianto fotovoltaico ad uso domestico sfruttando il IV conto energia, che mi consigliate di fare vista la perequazione che vorrebbe introdurre il governo? Mi conviene correre? Sarà retroattiva? La Sardegna dovrebbe essere sicuramente penalizzata.Grazie per il vostro utile servizio. 

Lascia un commento