Dalle vacanze di Natale in regalo due chili in più. Questo avrebbero trovato in media gli italiani nella calza della Befana secondo quanto stimato da Coldiretti, frutto non soltanto delle grandi abbuffate natalizie, ma anche della scelta di pietanze ad alto contenuto calorico e a un maggiore consumo di alcolici. Peso extra che dovrà ora essere perso per ritrovare il proprio naturale stato di forma.

Chili di troppo frutto anche della ridotta attività fisica, che secondo Coldiretti ha subito un drastico calo durante il periodo delle feste di Natale. Nessuna dieta drastica sarebbe però necessaria, spiega l’associazione, per ritrovare la forma perduta: meglio scegliere cibi leggeri, molta frutta, verdura e bere molta acqua.

Frutta

Quattro i frutti indicati da Coldiretti per tornare al proprio stato di forma perdendo i due chili extra:

  • Arance – Ottima fonte di vitamina C e aiuto contro sindrome influenzale e da raffreddamento, questi agrumi favoriscono una migliore circolazione sanguigna e l’ossigenazione dei tessuti.
  • Mele – Ridotto apporto calorico e presenza di potassio superiore a quella del sodio rendono uno dei frutti più amati un rimedio naturale utile per contrastare diarrea e livelli troppo alti di colesterolo.
  • Pere – Si rivelano utili sia per stimolare un intestino pigro che per aumentare il senso di sazietà riducendo la sensazione di pesantezza. Apprezzate anche per la presenza di zuccheri semplici, acqua, fibre e per la scarsità di calorie.
  • Kiwi – Fonte di vitamina C due volte superiore alle arance, nonché di fosforo e potassio, la loro attività di stimolazione delle contrazioni intestinali migliora l’attività digestiva.

Verdura

Altrettante le tipologie di verdura promosse da Coldiretti per migliorare la propria forma fisica dopo le feste natalizie, alle quali consiglia di abbinare anche piatti contenenti radicchio e/o zucchine. A queste l’associazione consiglia di associare anche il consumo giornaliero di legumi, ricchi di ferro e fibre.

Verdure e insalate andranno inoltre condite con olio d’oliva extravergine e limone, che apporteranno antiossidanti, omega-3 e favoriranno la rimozione delle tossine dall’organismo:

  • Verdura a foglie verdi – Indicate sono soprattutto spinaci, come suggerito anche dallo studio condotto da, e cicoria.
  • Carote – Ricche di vitamina A, risultano così efficaci per la salute degli occhi e della pelle.
  • Insalata – Favorisce il raggiungimento del senso di sazietà a fronte di un apporto calorico estremamente ridotto. Garantisce inoltre un contributo minimo di vitamine e sali minerali (calcio, fosforo, potassio).
  • Finocchio – Dai finocchi arriva un’azione anti-nausea e di supporto nei casi di stitichezza e digestione lenta.

8 gennaio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
AGI
Lascia un commento