Perde il gatto durante un uragano, lo ritrova 14 anni dopo

Sono rimasti separati per ben 14 anni, eppure il ricordo della vita passata insieme non si è affievolito. È questa la storia che coinvolge un gatto e il suo proprietario negli Stati Uniti, rimasti lontani dal 2004 a seguito di un forte uragano. Grazie al microchip, felino e proprietario hanno potuto finalmente riabbracciarsi, per continuare la loro vita insieme.

Il protagonista della vicenda è un gatto rosso, Thomas Jr, chiamato semplicemente T2 per comodità, di proprietà di Perry Martin. Cresciuto in Florida, dove nel 2002 il felino è stato sottoposto alla procedura per l’impianto del microchip, l’animale è scomparso due anni più tardi, quando l’uragano Jeanne si è abbattuto sulle coste dello stato a stelle e strisce.

=> Scopri il cane ritrovato dopo l’uragano negli Stati Uniti


Il proprietario si è prodigato a lungo per il ritrovamento dell’animale, sia cercandolo nel vicinato che appendendo appositi cartelli, ma nessuna iniziativa intrapresa ha permesso di ritrovare il quadrupede. E così l’uomo ha dovuto inizialmente rassegnarsi, convincendosi il gatto non fosse sopravvissuto alla terribile tempesta tropicale.

=> Scopri il cane ritrovato dopo nove mesi in montagna


Qualche giorno fa, il proprietario ha ricevuto una chiamata dal suo veterinario di fiducia, pronto a riferire il ritrovamento dell’animale: il gatto, ormai divenuto randagio, è infatti stato preso in cura da Humane Society e dai Martin County Animal Services, dopo il rinvenimento a Palm City. Il tutto grazie alla scansione del microchip, che ha permesso di identificare inequivocabilmente il quadrupede. Non è dato sapere cosa il micio abbia fatto in questi 14 anni – ora ne ha 18 – né quali avventure abbia incontrato nel suo vissuto da randagio. Eppure sembra che l’amore con il suo proprietario sia rimasto invariato per tutti questi anni, senza che il tempo potesse scalfirlo. Ora la coppia si è finalmente riunita, ricominciando una vita finalmente insieme.

22 marzo 2018
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento