Non bastano ciotole di acqua fresca o rubinetti di acqua corrente aperti all’occorrenza, il nostro gatto preferirà sempre una pozza d’acqua piovana. Non una scelta di sfida o di ripicca, ma una decisione ponderata dalla necessità. Il micio berrà dalla ciotola solo in mancanza di alternative. Per quale motivo questa scelta così drastica? Cosa spinge il gatto di casa ad abbeverarsi presso una pozza piena di fango e sporcizia?

>>Scopri come il gatto beve il latte

In realtà il gatto vuole evitare le sostanze chimiche che lo circondano, come ad esempio il cloro contenuto nell’acqua del rubinetto. Oppure gli elementi che costituiscono filtri depurativi e meccanismi affini. Se poi è nostra usanza pulire la ciotola con sapone o detersivi, il gatto la eviterà per scelta. Il sapore dell’acqua versata in una ciotola pulita con detergenti potrebbe risultare sgradevole e troppo forte, oltre che poco salutare.

È importante perciò limitarsi a risciacquarla solo con acqua, senza aggiungere prodotti pulenti. Inoltre, secondo molti veterinari, la pozzanghera potrebbe risultare più appetibile perché ricca di batteri e sostanze in putrefazione, che donano sapore e gusto all’acqua. Una fonte di bontà per il nostro micio che, nonostante il nostro disgusto, lui potrà gradire. Non vi sono grandi rischi, perché l’acqua non provoca pericoli per la salute.

>>Scopri perché il gatto beve l’acqua del WC

Per impedire che questa usanza perduri è bene fornire acqua del rubinetto lasciata a riposare, così da garantire alle sostanze chimiche di sedimentare. Inoltre permettere al gatto di abbeverarsi presso il WC di casa che, forte del continuo ricambio, può garantire una scelta più fresca e pulita.

27 maggio 2013
Fonte:
I vostri commenti
rosaria, domenica 2 febbraio 2014 alle16:30 ha scritto: rispondi »

Infatti il mio micio ama bere dalle pentole dove metto a decantare l'acqua per l'acquario.

Lascia un commento