Per cani e gatti è pericoloso bere l’acqua del WC?

Non è una novità, ma spesso un’abitudine consolidata in molte case: cani e gatti che bevono direttamente dalla tazza del WC. È un atteggiamento buffo che strappa più di un sorriso, ma potrebbe essere anche pericoloso? La loro salute potrebbe essere messa in discussione? Molti veterinari, a riguardo, concordano nel dire che dipende sempre da cosa si versa nel proprio WC. Se detergenti e deodoranti fanno bella mostra all’interno della ceramica della tazza e se, al contrario, è poco pulita.

L’attrazione dei nostri cani e gatti per l’acqua del WC spesso è quasi ipnotica. Che lo sciacquone sia in azione o meno, l’acqua ammalia i nostri amici di casa. Del resto, secondo alcuni studi, la ciotola dove spesso versiamo dell’acqua non può reggere il confronto con il WC. Al contrario della solita zona per l’abbeveraggio, la tazza del bagno fornisce un cambio continuo, quindi l’acqua appare più fresca, pulita e sana.

Inoltre la pulizia costante del WC rende il luogo batteriologicamente più curato, rispetto alla ciotola dove al confronto l’acqua è meno fresca. E non basta cambiarla spesso, perché tirare lo sciacquone è un atto rigenerante continuo. Non è certo un caso che cani e gatti siano solitamente attratti dall’acqua corrente di un ruscello o da quella di una fontanella o di un lavandino.

Ma se la cosa vi disturba ricordate di chiudere la porta del bagno o abbassare la tavoletta del WC. E al contempo di permettere al vostro gatto di bere dall’acqua del lavandino, oppure di accompagnare il cane nei pressi di una fontanella pubblica. Gli animali, per quanto alcuni poco amanti del bagno, al contrario preferiscono come bevanda acqua fresca e corrente.

12 dicembre 2012
Fonte:
Lascia un commento