Mangiare cibo piccante potrebbe essere fondamentale per combattere l’obesità. È quanto è emerso da un recente studio della American Society for Microbiology, che ha analizzato come gli alimenti “hot” possano ridurre il rischio di morte precoce per colpa del cancro o altre malattie cardiache. Senza contare che mangiare cibi come il peperoncino può essere un valido aiuto per combattere l’obesità.

=> Peperoncini piccanti un aiuto naturale per vivere più a lungo, leggi perché

Gli scienziati hanno visto  che la capsaicina che si trova nei peperoncini ha delle caratteristiche speciali che contribuiscono a ridurre il tasso di obesità. Sono stati svolti degli esperimenti sui topi che hanno mangiato alte dosi di capsaicina e, dopo diversi mesi, nonostante avessero assunto molti alimenti grassi non riscontravano un significativo aumento del peso corporeo.

=> Scopri perché il peperoncino aiuta a mangiare meno

Poichè i fattori che contribuiscono all’obesità sono l’endotossemia metabolica, la disbiosi microbica intestinale e l’infiammazione cronica di basso grado, i cibi piccanti, che sono antinfiammatori naturali, aiuterebbero a far sparire questi fattori di rischio.

A questo studio si aggiunge quello svolto dai ricercatori dell’Università di Oxford, dalla Harvard School of Public Health negli Stati Uniti e dall’Accademia cinese delle scienze mediche: i medici hanno riscontrato che un frequente consumo di alimenti speziati è correlato ad un minore rischio di morte per tumore, malattie cardiache e problemi respiratori.

Obesità e rischio di cancro inoltre sono inoltre collegati. Non tutti i tumori, ma quelli dell’intestino, dell’esofago inferiore, dello stomaco superiore, del fegato, della colecisti, del pancreas, del ventre, delle ovaie, dei reni erano maggiori nei pazienti obesi.

29 maggio 2017
Lascia un commento