Pennichella: i benefici sull’organismo

Sono moltissime le persone che non resistono alla tentazione di una pennichella improvvisa, quale una dormita pomeridiana o un veloce sonnellino durante un viaggio. Questo momento di riposo, utile per staccare dalla frenesia della vita di tutti i giorni, non solo è gradito, ma ha anche molti effetti benefici sull’organismo. Quali sono i più importanti?

Naturalmente, la pennichella non deve essere considerata un sostituto di un normale sonno notturno, composto in media da circa otto ore continuative. I disturbi del sonno devono essere vagliati dal medico curante, il quale stabilirà la giusta diagnosi e consiglierà il più adeguato percorso di trattamento.

Relax e senso di fatica

Stress

L’effetto immediato di un sonnellino pomeridiano, di circa 10-15 minuti, è soprattutto in termini di relax: ci si sente più distesi, pronti ad affrontare nuovamente tutti i compiti quotidiani. Il breve sonno, infatti, agisce soprattutto a livello ormonale, favorendo il rilascio di serotonina e la riduzione del cortisolo, quest’ultimo connesso a tensioni e stress.

=> Scopri cosa è la polisonnografia


Non è però tutto, poiché la pennichella allevia anche il senso di fatica, principalmente a livello fisico. Uno studio condotto nel 2009 sui controllori notturni del traffico aereo, ad esempio, ha dimostrato come sonnellini di circa 40 minuti, con almeno 20 minuti di sonno effettivo, siano sufficienti per alleviare la stanchezza fisica durante i lunghi turni di lavoro.

Memoria e umore

Sorriso

Un piccolo sonnellino, anche di soli dieci minuti, può aiutare il cervello a memorizzare nuove informazioni apprese da poco, fissandole nella mente. È quanto ha dimostrato uno studio condotto nel 2016 dalla Duke-NUS Medical School di Singapore. A un gruppo di 72 partecipanti sono stati mostrati materiali relativi ad alcune specie di formiche e altri insetti. Dopo 80 minuti di lezione, è stata concessa ai membri del campione la possibilità di guardare un film, approfittare di una pennichella o ripetere quanto appreso. I risultati dello studio hanno dimostrato come il sonno sia essenziale per la memorizzazione: le persone che avevano scelto di dormire, infatti, avevano interiorizzato un numero maggiore di specie di insetti.

=> Scopri perché dormire troppo fa male


Nel frattempo, negli ultimi decenni i più svariati studi hanno dimostrato come un breve sonnellino, di circa 15 minuti, migliori sensibilmente il tono dell’umore. Dopo il riposo ci si sente più ottimisti, più inclini a sopportare le critiche altrui, meno portati al battibecco.

Attenzione e fisico

Idea

La pennichella è in grado di rigenerare lo stato d’attenzione e concentrazione, anche e soprattutto durante un’intensa giornata lavorativa. Uno studio condotto da piloti e astronauti NASA, ad esempio, ha dimostrato come 40 minuti di sonno siano adeguati per aumentare le performance personali del 34% e la concentrazione ben oltre al 100%.

=> Scopri i rimedi naturali per la concentrazione


Il sonnellino pomeridiano ha anche moltissimi vantaggi a livello fisico, non solo mentale. Innanzitutto, permette di rilassare la muscolatura, subendo meno tensioni a livello cervicale. Un fattore da tenere certamente in considerazione in questa era moderna, caratterizzata da sedentarietà e volto sempre rivolto verso il computer. Non ultimo, incentiva la rendita muscolare, aiuta a rigenerare la pelle e pare, sebbene ulteriori indagini siano necessarie, a ridurre i segni del tempo.

Naturalmente, per tutti i casi elencati, è bene non coricarsi subito dopo aver mangiato. Oltre a evitare il fastidioso reflusso, la posizione eretta è funzionale alla digestione. Durante il sonno, invece, l’apporto di sangue allo stomaco diminuisce, creando senso di pesantezza, dolore e gonfiore per mancata digestione.

17 novembre 2018
Lascia un commento