Pelle del viso: gli acidi naturali per ringiovanirla

Idratare, ridurre le rughe, favorire il rinnovamento cellulare: questi e altri sono gli obiettivi che possono essere conseguiti “nutrendo” la pelle del viso con prodotti contenenti acidi naturali, elementi molto utilizzati in ambito cosmetico e spesso presenti nelle creme e nei trattamenti specifici antiaging creati per nutrire al meglio l’epidermide.

=> => Scopri come usare gli avanzi di cucina per il video


La maggior parte delle creme per il viso contiene quindi acidi esistenti in natura e tratti da frutti, vegetali e altri composti. Fare confusione tra i principi attivi e le proprietà vantate da questi acidi è tuttavia molto facile, sebbene conoscerli al meglio sia utile per scegliere consapevolmente i trattamenti che meglio soddisfano le esigenze della propria pelle, a tutte le età. Ecco una sintesi degli acidi naturali che possono migliorare notevolmente e visibilmente l’aspetto del viso.

Acido ialuronico

Crema

È prodotto in modo spontaneo dall’organismo sia umano sia animale e si rivela fondamentale per favorire la rigenerazione dei tessuti connettivi. I benefici dell’acido ialuronico spaziano dalla profonda idratazione all’elasticità, dalla luminosità alla levigatezza favorite anche quando la pelle è aggredita da fattori esterni come il freddo, l’inquinamento e lo stress responsabili di rendere più visibili i segni del tempo.

Acido glicolico

L’acido glicolico deriva dallo zucchero e le sue piccole molecole riescono a esfoliare la pelle riducendo, nel contempo, le ombre e le macchie scure generate sia dall’esposizione solare sia dall’invecchiamento cutaneo. È una vera e propria risorsa per ridurre e rendere poco visibili le cicatrici lasciate sulla pelle del viso dall’acne.

Acido ascorbico

Vitamina C

L’acido ascorbico, meglio noto come vitamina C, è un potente antiossidante ma l’organismo umano non lo sintetizza, perciò l’integrazione deve arrivare attraverso l’alimentazione. Lo stesso acido si rivela prodigioso per contrastare l’invecchiamento cutaneo e combattere l’azione dei radicali liberi, intervenendo anche nella sintesi del collagene.

Acido lattico

Fa parte degli acidi esfolianti anche l’acido lattico, derivato dal latte e prodotto dalla fermentazione del lattosio. Il suo ruolo per favorire il benessere e la bellezza della pelle riguarda soprattutto le capacità idratanti e leviganti, nonché il potere di incentivare il rinnovamento cellulare e contribuire a mantenere la pelle giovane anche con il passare degli anni.

Acido salicilico

Salice bianco

Dotato di notevoli proprietà purificanti ed esfolianti, l’acido salicilico è spesso presente nei prodotti pensati per combattere l’acne e rimuovere a fondo le impurità ma si rivela anche un potente antietà. Può essere estratto da vari vegetali, come il salice bianco, i tulipani, le violette e i giacinti, oppure da frutti come albicocche e pesche, fragole e mirtilli, ananas e pesche, arance e uva.

=> Scopri gli oli per pulire e depurare il viso


Acido retinoico

Prezioso alleato contro le rughe, l’acido retinoico interviene nelle funzioni della vitamina A e aiuta a ridurre al minimo sia i segni del tempo sia le lesioni causate dall’acne, limitando i danni provocati dal sole. L’azione benefica, inoltre, riguarda anche l’effetto “peeling” sugli strati superficiali dell’epidermide. Questo acido si trova negli alimenti di origine animale, ma il mondo vegetale è ricco di carotenoidi che sono considerati precursori del retinolo.

18 maggio 2018
Immagini:
Lascia un commento